Idee, eventi, personaggi e tendenze che muovono Palermo e la Sicilia - Balarm.it


B/BALARM
B/LINK
Aumenta carattere | Diminuisci carattere | Reimposta carattere
Società e Costume
Francesco Cascio ha donato a Giorgio Napolitano una preziosa riproduzione di un ritratto satirografico a firma di Gianni Li Muli e raffigurante Giuseppe Garibaldi

A Napolitano la satirografia di Gianni Li Muli


 

stampa Commenti stampa Stampa

Il ritratto di Garibaldi a firma di Gianni Li Muli
Il ritratto di Garibaldi a firma di Gianni Li Muli 

«Un ritratto che celebra in modo unico e attualissimo i 150 anni dell’Unità d’Italia e mette in risalto una figura fondamentale per la storia della Sicilia»: queste le parole del presidente dell’Ars Francesco Cascio, che ha incontrato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, donandogli una preziosa riproduzione di un ritratto satirografico a firma del Maestro palermitano Gianni Li Muli e raffigurante Giuseppe Garibaldi. Un dono in occasione della visita del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano all'Assemblea Regionale Siciliana.

Realizzata nel 1978, esposta in passato alla Sorbona di Parigi e oggi parte di una collezione privata, l'opera esprime con il tratto sintetico tipico dell’artista il ruolo fondamentale che l’eroe dei Due Mondi ebbe nella realizzazione dell’Unità d’Italia. Un profilo in cui gli elementi fondamentali sono rappresentati dal naso trasformato nella forma caratteristica dello Stivale, e dalla bocca-Sicilia, rendendo così indissolubile il volto del patriota dal progetto a lui affidato.

«Un ritratto che oltre a celebrare in modo straordinariamente attuale i 150 anni dell’Unità d’Italia, mette in risalto una figura fondamentale per la storia della Sicilia - ha sottolineato il presidente Cascio - e che è stato per altro creato da un artista che tanto lustro ha dato all'Isola in tutto il mondo, Moma incluso».

 
8 settembre 2011