Idee, eventi, persone che muovono la Sicilia - Balarm.it


B/BALARM
B/LINK
Aumenta carattere | Diminuisci carattere | Reimposta carattere
Musica

Orestiadi d’inverno alla Cuba


di ANTONIO TERZO 

Partirà martedì 30 dicembre 2003 la rassegna musicale invernale delle Orestiadi di Gibellina, articolata su un ciclo che si concluderà in maggio, per un totale di sei appuntamenti che si svolgeranno ad ingresso libero alla Cuba, in corso Calatafimi 100, costruita da Guglielmo II, re dei Normanni, nel 1180. Si tratta di un progetto in cui musicisti operanti in Sicilia «affrontano il nesso rivoluzione-tradizione, locale-globale, ma dalla prospettiva delle tecnologie avanzate applicate al suono», dichiara Piero Violante, direttore artistico della sezione musicale.

La serata d’esordio è affidata ad una prima assoluta di Domenico Sciajno, "This Time Dis_Place", che proporrà due sue nuove opere musicali, "StringWay" e "Cuba", dando seguito all’idea sottesa alla sua ricerca, la “contestualizzazione ambientale”, ossia la stretta connessione tra la performance e le suggestioni determinate dallo spazio in cui essa viene eseguita. Il primo appuntamento del 2004 sarà invece il 22 gennaio, la prima assoluta di "New Thing", concerto e lettura di testi ideato insieme dal Trio Switters – costituito dai musicisti Gianni Gebbia, Vincenzo Vasi e Francesco Cusa – ed i Wu Ming.

La proposta del 31 gennaio vede protagonista una serie di giovani compositori dell’area siculo-ionica, i quali presenteranno nello spettacolo "Ultimi elenchi dal mare" un saggio di proprie composizioni eseguite dall’orchestra Offerta Musicale Ensemble. Due gli appuntamenti che lo Zephir Ensemble diretto da Francesco Licata dedicherà alla musica del primo ’900: la voce di Maria-Luce Erard sarà interprete il 27 marzo di opere di Arnold Schönberg e Hanns Eisler, mentre la serata del 17 aprile intitolata "Baden-Baden", proporrà composizioni ancora di Hanns Eisler, nonché di Darius Milhaud, Paul Hindemith e Kurt Weill. Infine, a concludere questa stagione invernale delle Orestiadi saranno il 13 maggio le opere di  Giovanni Damiani con "Vuoti nelle braccia del tempo".

 
28 dicembre 2003