Idee, eventi, personaggi e tendenze che muovono Palermo e la Sicilia | Balarm.it



INFOTOURIST
Cinema
Un film girato a Palermo, che intreccia tematiche scottanti ad un'inaspettata tenerezza: è "Erba Celeste", scritto e diretto dalla regista Valentina Gebbia

"Erba Celeste": film dolceamaro tutto girato a Palermo


 
 


letture 1904 Letture
commenta 0 Commenta  |  stampa 

  • Riprese di "Erba Celeste" al baglio Dolci alla Zisa.
  • L'attore Daniele Musso.
  • L'attore Daniele Musso.
  • L'attrice e regista Valentina Gebbia insieme a Daniele Musso, in una scena del film.
  • Riprese di "Erba Celeste" all'Hotel Palazzo Brunaccini.
  • Ultimo ciak di "Erba Celeste" all'interno della galleria di Villa Zito.

Si chiama "Erba Celeste" ed è un film scritto e diretto da Valentina Gebbia, che verrà presentato prima nazionale allo "Sciacca Film Fest". Alcune delle sue particolarità? È interamente girato a Palermo e racconta una storia dolce amara dove malattia, anzianità, amore e tenerezza si intrecciano alla tematica del cambiamento e delle cure alternative.

Finito di girare in quel di Villa Zito, il film è interamente autoprodotto e sostenuto dagli sponsor e dal crowdfunding. Tutte le riprese si sono svolte in luoghi caratteristici o di grande importanza artistica del capoluogo siciliano, tra cui l'Hotel Palazzo Brunaccini, baglio Dolci alla Zisa e la già citata Villa Zito.

La trama ruota attorno al protagonista, Amaranto, e a Celeste, anziana musicista malata di cancro. L'incontro di Amaranto con Celeste, donna in grado di affrontare la sua età, la sua malattia e i suoi rapporti con gran serenità, affidandosi a terapie naturali e all'uso della cannabis, genererà in lui, uomo deluso e chiuso, un forte cambiamento. 

Il cast è composto da Daniele Musso (Amaranto), Valentina Gebbia (Celeste), Daniela Giordano, Giuseppe Santostefano, Fabio Gagliardi, Giuseppe Battiloro, Roberta Murgia e Pippo Montedoro. La colonna sonora è di Fabrizio Fortunato, con inserimento di brani jazz originali in dialetto siciliano interpretati da Laura Lala.

 
15 agosto 2015