MANIFESTAZIONI

HomeMagazineCultura

1992 - 2017: Palermo ricorda i venticinque anni dalle stragi di Capaci e via D'Amelio

Dalla diretta su Rai1 senza pubblicità condotta da Fabio Fazio alle iniziative realizzate in città: Palermo ricorda le stragi di Capaci e via D’Amelio a 25 anni di distanza

Caterina Damiano
Giornalista e Coordinatrice di redazione di Balarm
  • 18 maggio 2017

C'è un ricordo che brucia nel petto di ogni siciliano, ci sono date che chi è legato all'Isola non può dimenticare, non può cancellare. Una di queste date è quella del 23 maggio 1992, che segnò la morte di Giovanni Falcone per attentato mafioso. Da lì a pochi mesi, il 19 luglio, sarebbe stato ucciso anche l'amico e collega Paolo Borsellino.

A venticinque anni di distanza la data del 23 maggio unisce i due magistrati nel ricordo, un ricordo che come un'onda lunga parte da Palermo e coinvolge l'intera penisola, sbarcando su Rai1.

Per la sera di martedì 23 maggio a partire dalle ore 20.30 è infatti prevista "FALCONEeBORSELLINO", orazione civile in diretta no-stop, senza interruzioni pubblicitarie, condotta da Fabio Fazio, Pif e Saviano. Parteciperanno Carmen Consoli, Luca Zingaretti, Pierfrancesco Favino, Beppe Fiorello, Don Luigi Ciotti, Fiorella Mannoia, Nicola Piovani e Michele Placido.

L'idea è quella di ricordare le stragi di Capaci e via d'Amelio. La diretta comprenderà interventi da diversi luoghi legati alla lotta alla mafia e ai due magistrati: dal palazzo di Giustizia agli uffici di Falcone e Borsellino, passando per la Questura, per gli scogli dell'Addaura e per l'Aula Bunker, fino a terminare a Capaci, sul luogo esatto della strage.

A Palermo le manifestazioni per il venticinquennale iniziano con l'arrivo in città della Nave della Legalità, che all'urlo di #PalermoChiamaItalia porterà nel capoluogo oltre un migliaio di studenti.

A bordo della nave anche il presidente del Senato, Pietro Grasso, il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli, il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Giovanni Legnini e il professor Nando Dalla Chiesa.

Le iniziative commemorative avranno inizio già alle 9: in Aula Bunker è previsto un convegno con la presenza, tra gli altri, del Presidente della Repubblica, del Presidente del Senato, dei ministri dell’Istruzione e dell’Interno e contemporaneamente saranno allestiti i "Villaggi della Legalità" all’esterno dell’Aula Bunker e a piazza Magione.

Nel pomeriggio partiranno due cortei che si congiungeranno all’Albero Falcone: il primo corteo partirà alle 15.45 da via D’Amelio, mentre il secondo corteo partirà alle 16.30 dall’Aula Bunker. Alle 17.58, ora della strage, verrà osservato un minuto di silenzio. Alle ore 19 verrà inoltre celebrata un Santa Messa all'interno dellla Chiesa di San Domenico, il Pantheon cittadino.

All'università è in programma anche "Le università per la legalità", iniziativa che coinvolge diciotto atenei in tutta Italia ed è volta ad estendere agli studenti universitari la cultura della memoria, dell’impegno e della legalità.

Sempre martedì 23 maggio è in programma alle 21 a Palazzo delle Aquile, lo spettacolo "Carìon" di Salvo Piparo, un "cunto" concentrato su divertenti musioni e parole in disuso di una saggezza antica, mentre al Cineteatro Lux è prevista la messa in scena di "Ribelle".

Infine è stata disposta l’agevolazione del biglietto unico giornaliero, che per tutta la giornata permetterà di usufruire dei servizi pubblici (bus, tram e metro) per le intere giornate con la singola obliterazione di un biglietto del costo di 1.40 euro.

articoli recenti