URBANISTICA

HomeMagazineTerritorio

Pedonalizzazioni a Palermo: la proposta per piazza Aragona, un'idea da commentare

Si trova tra piazza Croce dei Vespri e via Alloro, all'incrocio con via Alessandro Paternostro: gli artigiani del centro storico di Palermo vorrebbero vietarla alle auto

Balarm
La redazione
  • 5 gennaio 2018

Piazzetta Aragona a Palermo

Un ultimo stralcio di strada carrabile per gli automobilisti che girano per il centro storico di Palermo, un dedalo di aree pedonali e vicoli ancora aperti alle auto.

Piazza Aragona, che si trova all'incrocio tra via Alessandro Paternostro e via dei Corrieri, alle spalle di piazza Sant'Anna e della Galleria d'arte moderna, è ufficiosamente il parcheggio di chi quelle zone le raggiunge con il proprio mezzo per andare poi nelle vicine zone ricche di botteghe, caffetterie e spazi culturali come Alloro o piazza Croce dei Vespri.

A volerla pedonalizzare, assicurando alla piazzetta un futuro senza traffico né macchine parcheggiate a incastro sono diversi residenti e commercianti che hanno anche lanciato una raccolta di firme da consegnare poi al Comune.

Un'idea portata avanti soprattutto dall'associazione di artigiani Alab che unendosi sotto il segno della manifattura hanno ripopolato il centro storico di negozietti e piccoli laboratori: una strada poi seguita da artisti, commercianti e operatori turistici e culturali che sempre più organizzano tra quei vicoli momenti di incontro per la città.

Mercati di Natale, fiere del vintage, spettacoli e concerti sono stati all'ordine della settimana, se non del giorno, a partire dalle ultime feste quando proprio piazza Aragona è stata chiusa al traffico per venti giorni e abbellita da arredi urbani e luminarie.

In realtà la piazzetta era inclusa nella prima stesura progetto del 2014, una delibera del Comune che appunto dava il via alla chiusura al traffico in quella parte del centro storico.

La mancanza di alternative per parcheggiare fu proprio la causa della marcia indietro e quindi dell'esclusione dell'area, grazie anche ad alcuni residenti che sottolineavano la difficoltà di trovare - in zona - altri posti in cui lasciare l'auto.

Senza dubbio, una volta pedonale, la piazzetta sarebbe un nuovo spazio per chi frequenta il centro che sarebbe un peccato perdere dopo la felice esperienza del Natale e, tra manifestazioni e assemblee pubbliche, il percorso potrebbe davvero condurre alla pedonalizzazione definitiva, che sarebbe, d'altro canto, un ulteriore spazio negato agli automobilisti.

articoli recenti