CLASSIFICHE

HomeMagazineTerritorio

Palermo, una città che non è green: la quartultima nella classifica di Legambiente

Aria, acqua, rifiuti, mobilità, ambiente urbano ed energia. Punteggi bassissimi che secondo Legambiente portano Palermo a essere una delle città peggiori della penisola

Emanuele Averna
Collaboratore di Balarm
  • 13 novembre 2017

Palermo non è "green": testimone dell’insuccesso è la posizione in graduatoria su “Ecosistema Urbano 2017”, l’annuale report di Legambiente sulle performance ambientali delle città capoluogo realizzato con il contributo scientifico dell’Istituto di Ricerche Ambiente Italia.

Tra titoli che rispecchiano l’interesse di Palermo nel portare avanti i propri valori come quello di Capitale dei giovani 2017 e di capitale italiana della Cultura 2018, sembra però la città non abbia sciolto dei problemi che la affliggono: quelli legati all’ecosistema urbano.

Palermo occupa la posizione numero 101 su 104 città: i risultati peggiori sono stati raggiunti da Viterbo, Brindisi ed Enna. Le sei principali aree su cui si è basata la statistica sono: aria, energia, ambiente urbano, rifiuti, acqua e mobilità e i punteggi più bassi sono stati raggiunti proprio grazie alle ultime due.

Secondo il report infatti è emerso che oltre il 50% degli impianti di scarico cittadini risultano essere non idonei e il trasporto pubblico e la raccolta differenziata non garantirebbero gli standard qualitativi ideali.

Il rapporto presentato a Milano il 31 ottobre ha riunito il presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni e il ministro all’Ambiente Gianluca Galletti assieme a sindaci e amministratori delle città capoluogo presenti in lista.

L’incontro è stato occasione di presentare le nuove infrastrutture urbane già realizzate o da realizzare come per esempio la tramvia di Palermo, segno dell’impegno cittadino per riportare la città a posizioni certamente più meritevoli.

articoli recenti