PROGETTI

HomeMagazineCultura

Sconfiggere la fame nel mondo: a Palermo la nuova sede di World Food Programme Italia

È stata inaugurata a Palermo la nuova sede di World Food Programme Italia, ong che sostiene l'agenzia ONU impegnata nella lotta alla fame nel mondo

Nicoletta Fersini
Collaboratrice di Balarm
  • 27 dicembre 2017

Il World Food Programme Italia, organizzazione non governativa che sostiene il programma alimentare di una tra le più grandi agenzie ONU impegnata nella lotta alla fame nel mondo, ha aperto una nuova sede a Palermo.

Ad ospitare il WFP nel capoluogo siciliano è il Circolo Unione Palermo, il più antico e longevo d'Italia datato 1750, in piazza Principe di Camporeale 7.

L'apertura rappresenta una tappa importante nel progetto di WFP Italia di costruire una Rete Nazionale che coinvolga le principali città e istituzioni della penisola nel grande sogno di sconfiggere la fame di cui troppi popoli ancora soffrono in tutto il globo, con iniziative e raccolte fondi a sostegno di questa battaglia.

Palermo si veste, ancora, di impegno umano e civile, e diventa il punto di partenza di un percorso che si spera possa sensibilizzare sempre più i cittadini verso la solidarietà, con un contributo concreto per una giusta e onorevole causa.

Tra i primi eventi organizzati a Palermo da WFP è in programma venerdì 15 dicembre il "Pranzo di Gala" per la raccolta fondi da destinare alla grave emergenza umanitaria che sta colpendo uomini, donne e bambini del Myanmar, costretti a fuggire verso il Bangladesh da violenza e indicibili persecuzioni.

Il WPF sta già contribuendo al sostentamento di questo popolo, accogliendo in Bangladesh le famiglie con la distribuzione di cibo salva-vita, tra biscotti energetici per i più piccoli e riso, ma occorrono ancora ben 80 milioni di dollari per garantire gli aiuti a più di un milione di persone.

Non soltanto fondi: World Food Programme Italia cerca volontari che vogliano impegnarsi nel sociale, che vogliano mettersi in gioco per una buona causa, dedicando anche solo una piccola parte del proprio tempo a un percorso di solidarietà.

articoli recenti