MARE

HomeMagazineTerritorio

Stagione balneare: l'Asp promuove a pieni voti le acque palermitane

Dopo i numerosi controlli e prelievi effettuati, l'Azienda sanitaria provinciale promuove a pieni voti le acque palermitane perché sono sempre più limpide e pulite

Eloisa Zerilli
Collaboratrice di Balarm
  • 17 giugno 2017

Dall'Addaura a Sferracavallo, con l'arrivo dell'estate, Palermo viene presa d'assalto da cittadini e turisti amanti delle acque siciliane. Di anno in anno, si sa, le polemiche sulla pulizia e la limpidezza delle acque e la manutenzione delle spiagge non tardano ad arrivare.

Da sempre, l'Azienda sanitaria provinciale (Asp) vigila sul loro status e, quest'anno, l'arrivo della nuova stagione porta con sé buone notizie: il mare palermitano è stato promosso a pieni voti.

I dati parlano in maniera evidente. Sebbene gli oltre 55 chilometri di costa non balneabile, i tratti per cui non vige alcun divieto presentano acque limpide di buona se non ottima qualità.

Sono questi i risultati emersi da oltre mille prelievi dell'Asp, volti a verificare la qualità delle acque in prossimità della nuova stagione.

Il lavoro è cominciato lo scorso 22 marzo: dopo aver prelevato campioni dalle spiagge di Mondello e Addaura, sono state controllate le aree di Sferracavallo e Capogallo.

Buona o eccellente la qualità delle acque che consente così, a palermitani e visitatori, di lasciarsi andare e fare una nuotata in spiaggia canticchiando canzoni dal sapore estivo come, ad esempio, l'ultima di Francesco Gabbani.

articoli recenti