MUSICA & DANZA

HomeEventiMusica & Danza

Da Šostakovič a Prokof'ev: al Politeama lo Stradivari di Aiman Mussakhajayeva

  • Politeama Garibaldi - Palermo
  • Dal 12 al 13 gennaio 2018 - Evento concluso
  • 21.00 (venerdì) e 17.30 (sabato)
  • Da 25 a 12 euro
  • I biglietti si possono acquistare al botteghino del Politeama Garibaldi fino un'ora e mezza prima dello spettacolo e online tramite il sito web dell'Orchestra Sinfonica Siciliana. È possibile contattatare il botteghino via mail all'indirizzo biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it  o al numero 091.6072532. Sconto del 50% per studenti e under 30.

La violinista Aiman Mussakhajayeva

Alla ripresa della stagione concertistica un programma stuzzicante con il Concerto n. 1 in re maggiore per violino e orchestra, op. 19 di Sergej Sergeevič Prokof'ev e la sinfonia n. 11 in sol minore op. 103 ("L'anno 1905") di Dmitrij Šostakovič organizzato venerdì 12 gennaio alle 21 al Politeama Garibaldi di Palermo (replica sabato 13 alle 17.30).

Protagonista la violinista kazakha Aiman Mussakhajayeva con il suo prezioso Stradivari. Sul podio, a dirigere l'Orchestra Sinfonica Siciliana, il russo Michail Jurovski.

Il Concerto per violino e orchestra n. 1 in re maggiore fu rappresentato per la prima volta al Théatre de l'Opéra di Parigi parecchi anni dopo la composizione, nel 1923. Prokof'ev nell'estate del 1917, ultimò questo concerto iniziato nel 1915 ed eseguito la prima volta soltanto il 18 ottobre 1923 a Parigi, con l'Orchestra dell'Opera condotta da Sergej Kusevitzkij, solista Marcel Darrieux. Ad applaudire la nuova opera di Prokof'ev gli amici Picasso, Pavel Kochanski, Karol Szymanowski, Arthur Rubinstein, Aleksandr Benua, Anna Pavlovnà.

La Sinfonia n. 11 in Sol minore: Dmitrij Šostakovič la scrisse nel 1957 e fu eseguita per la prima volta dall'Orchestra sinfonica dell'URSS, diretta da Natan Rakhlin, il 30 ottobre dello stesso anno. Il titolo della sinfonia deriva dagli eventi accaduti del 1905 in Russia. Basata su melodie popolari russe, la sinfonia è la rappresentazione in musica della strage dei lavoratori riuniti davanti al Palazzo d'Inverno, a San Pietroburgo, da parte della cavalleria dello zar Nicola II. 

Aiman Mussakhajayeva, nata nel Kazakhstan, è una delle più brillanti rappresentanti della scuola di violino. La crescita creativa di questa talentuosa violinista è iniziata presso la 'Baysseitova Republic Music. Laureata al Conservatorio di stato Tchaikovsky (Mosca), nella classe del professor V. Climov, Mussakhajayeva vanta un vastissimo repertorio: Bach, Mozart, Hayden, Beethoven, Paganini, Tchaikovsky, Sibelius. 

Politeama Garibaldi

Piazza Ruggero Settimo - 90139 Palermo

eventi consigliati