ARTE & INCONTRI

HomeEventiArte & Incontri

Inaugurazione di "Respiro" di Giacomo Rizzo a Castel di Tusa

  • A Sicilian Walk
  • Fondazione Antonio Presti-Fiumara d´Arte, via Cesare Battisti 4 - Castel di Tusa (Me)
  • 17 luglio 2015
  • 18:00
  • Ingresso libero

Nell'ambito della mostra diffusa sul territorio siciliano a cura di Giusi Diana, arriva a Castel di Tusa venerdì 17 luglio l'opera di Giacomo Rizzo "Respiro": una scultura di tre metri ricavata da un calco di parete di Monte Pellegrino di Palermo. In contemporanea il mecenate Antonio Presti restituirà alla comunità la celebre opera di Pietro Consagra appena restaurata.

L'opera di Giacomo Rizzo sarà collocata per l'occasione sulla spiaggia di ciottoli di fronte all’Atelier sul Mare, l’albergo d’arte che il mecenate Antonio Presti ha creato a Castel di Tusa. 

Nel giorno in cui si inaugura questo terzo capitolo del progetto itinerante curato da Giusi Diana, sarà anche consegnata alla comunità "La materia poteva non esserci", seconda opera recuperata della Fiumara. La scultura è stata realizzata da Pietro Consagra, e inaugurata il 12 ottobre 1986, ed era in condizioni di fortissimo degrado. Un atto di grande valenza culturale, politica e sociale quella di restaurare le sculture nella convinzione che la bellezza dell'arte non debba essere lasciata appassire. 

"La materia poteva non esserci" è una grande scultura frontale a due elementi, addossati, paralleli e distinti, bianco e nero, in un delicato equilibrio di pieni e vuoti. 18 metri di cemento armato in contrapposto cromatico, che testimonia il rapporto uomo-ambiente attraverso la razionalità della sua concezione e la leggerezza con cui il cemento armato si fa forma bidimensionale e percorribile. 

"Respiro" invece è una scultura in cui Giacomo Rizzo lavora sul paesaggio naturale, isolano, un singolo frammento attraverso una materia plasmabile come gesso o silicone. L'opera è stata realizzata da un calco di una parete del monte (con una speciale gomma siliconica). "Respiro" ossia "l'impronta" di Montepellegrino viene ricontestualizzato a Castel di Tusa e ambientato per la prima volta in un paesaggio naturale marino.

eventi consigliati