Idee, eventi, personaggi e tendenze che muovono Palermo e la Sicilia - Balarm.it


B/BALARM
B/LINK
Aumenta carattere | Diminuisci carattere | Reimposta carattere
Teatro
Una grande fiera dello spettacolo che raccoglie più di cinquanta artisti, tutti ad esibirsi in contemporanea per il pubblico de I Candelai a prezzi stracciati

Saldi di fine stagione: artisti in svendita ai Candelai


di ELISA CHILLURA 

stampa Commenti stampa Stampa

Virginia Alba
Virginia Alba 

Saldi, svendite e offerte prodotti di qualsiasi tipo sono le opportunità più ricercate al momento, ma se ad offrirsi ad un pezzo stracciato sono gli artisti, allora l'occasione si fa ancora più ghiotta. Ritorna a I Candelai giovedì 3 maggio alle 22.00 "Saldi di fine stagione", evento di chiusura della rassegna "Quinte(S)senza". Il progetto, nato da un'idea di Giuseppe Cutino con la direzione artistica di Alessandra Luberti (nella foto in home) ma che non è un vero e proprio spettacolo a sè stante, ma una necessità, ovvero quella di provocare con le armi che più si confanno al mondo dell'arte: il lavoro di artisti.

Una grandissima formazione con più di cinquanta tra attori, cantanti, comici e artisti, tutti "in saldo" in segno di protesta contro una situazione culturale sempre più stagnante. Come su un banco merci, gli artisti sono tutti contemporaneamente presenti sul palco, ognuno in un proprio microluogo, dinnanzi a pochissime persone per volta e solo per pochi minuti. Uno spettacolo che il pubblico può costruire da sè, decidendo volta per volta, a quali esibizioni assistere comprando sketch, musiche e battutte con poche fiches.

Alla grande fiera dello spettacolo è possibile trovare dagli attori de La Vicaria alla Compagnia Tri Motra, e poi ancora, B-Side, Compagnia M’Arte, Compagnia del tratto, Scuola di cinema Sud, Virginia Alba e Paolo La Bruna, Elena BondiLuigi Fabozzi, Giuseppe Giambrone, Gero Guagliardo, Maura Laudicina, Paolo Mannina, Pietro Massaro, Vittoria Pirrone, Ernesto Maria Ponte e tantissimi altri, tutti riuniti sotto lo slogan "Bisogna essere saldi".

 
26 aprile 2012