Motor Village Palermo
 
Idee, eventi, personaggi e tendenze che muovono Palermo e la Sicilia | Balarm.it



INFOTOURIST
Sport
Nell'area marina protetta di Capo Gallo a Mondello un sentiero subacqueo per non vedenti. Nel weekend prove gratuite di immersione e una mostra di foto

Mare senza barriere: un percorso sub per disabili


 
di FEDERICA DI GLORIA 


letture 4378 Letture
commenta 0 Commenta  |  stampa 

Barriere addio, anche in mare: è quello che accade nell'area marina protetta di Capo Gallo e Isola delle Femmine a Mondello, dove da sabato 23 giugno sarà aperto il primo percorso subacqueo per non vedenti di tutta la Sicilia. Un itinerario affascinante, realizzato dall'Isda, l'International Scuba Diving Academy e dal Diving Center Orca, tra i fondali della zona B dell'area protetta: con i suoi 400 metri di lunghezza, il sentiero sommerso non è soltanto il primo della regione ma anche il più esteso d'Italia.

A renderlo speciale, naturalmente, è la sua straordinaria fruibilità: ideato in modo da poter essere seguito da non vedenti, audiolesi e persone con disabilità fisiche attraverso una lunga cima-guida, il percorso si snoda a profondità variabili, dai 6 ai 18 metri. E' inoltre arricchito da pannelli in braille che illustrano nel dettaglio tutte le meraviglie dei fondali. Non solo quelle ambientali, come gorgonie e posidonie oceaniche, ma anche quelle archeologiche, come le due ancore e il collo d'anfora che grazie alla concessione della Soprintendenza del Mare sono state lasciate sul fondo proprio per poter essere ammirate durante l'itinerario.

L'immersione inaugurale, presentata oggi, si svolgerà sabato 23 giugno: a indossare muta e bombole ci saranno anche alcuni subacquei d'eccezione, come il presidente dell'Ars Francesco Cascio, il dirigente della Digos Giovanni Pampillonia e il presidente dell'Antitrust Giovanni Pitruzzella, e ancora il responsabile dell'Area marina protetta, l'Ammiraglio Vincenzo Pace, e Gaetano Anzalone, campione del mondo di fotografia subacquea. Ospite d'onore, Giulia Di Piazza, palermitana, non vedente da tre anni, oggi timoniere di prestigiose regate veliche internazionali. Saranno loro, insieme agli istruttori e agli organizzatori della manifestazione, a tenere a battesimo il percorso.

Ma non è tutto: l'intero weekend, sulla spiaggia dell'Euro Yachting e a Capo Gallo, sarà dedicato alle attività acquatiche, rivolte sia a subacquei disabili già in possesso dei brevetti che ai principianti. Per chi volesse provare l'emozione dei fondali, magari per la prima volta, ci saranno prove gratuite per bambini, ragazzi e adulti con l'assistenza di istruttori specializzati. Per le famiglie è stata organizzata anche un'area baby: i genitori potranno affidare i propri bambini alle educatrici che li coinvolgeranno in giochi e disegni.

E per chi invece non avesse voglia di immergersi ci saranno le foto a raccontare il percorso subacqueo: sarà infatti allestita una mostra che raccoglie immagini scattate anche da non vedenti in immersione. 

 
21 giugno 2012