ARTE & INCONTRI

HomeEventiArte & Incontri

Dal dolore alla cura, lavorando sul "noi": il seminario della dottoressa Angela Maria Callari

  • Centro culturale Biotos - Palermo
  • 30 ottobre 2019 (evento concluso)
  • 18.00
  • Ingresso gratuito
  • Info al numero 333 3545304 o all'indirizzo dottoressacallari@gmail.com 
Nicoletta Fersini
Giornalista e Fotografa

Ischia, 1952 (foto di Henri Cartier Bresson)

Il dolore come punto d'incontro. Non una zavorra che ci trascina giù nel baratro, ma la base per ricostruire e costruire l'esistenza, dal singolo individuo alla società tutta.

"Dolore, speranza, relazione, cura" sono le tappe di un percorso che è un climax ascendente verso il superamento della malattia, e a parlarne è la dottoressa Angela Maria Callari nel suo libro "Verso un'antropologia del cancro".

Medico oncologo e psicoterapeuta transculturale, la dottoressa Callari presenta a Palermo il primo di un ciclo di seminari dedicati a chi voglia compiere un intimo lavoro su di sé, a chi voglia comprendere il dolore e ribaltarne l'immagine per trasformarlo in qualcosa di "sacro", da accogliere e non da respingere.

In questo primo appuntamento - in programma il 30 ottobre alle 18 presso il centro culturale Biotos di via XII Gennaio 2 - si parla del libro della dottoressa Callari, opera che poggia sulla cosiddetta psicologia transculturale, scienza che nasce dal margine e che consente nella mediazione culturale fra curante e curato uno scambio di senso di sofferenza, di visione della sofferenza.

La dottoressa Callari spiega come solo attraverso questa sinergia e visione comune d'intenti si possa realmente superare il dolore, ribaltandone del tutto la concezione e l'immagine e che in questo modo diviene nuova linfa per affrontare il nostro vivere quotidiano.

In questo modo quando si parla di soggetto protagonista della malattia non ci si riferisce a "uno", ma a un "noi" che vede in gioco chi soffre, chi cura, chi osserva, chi racconta.

Un'occasione per ascoltare e riflettere su storie e testimonianze reali, casi clinici che in maniera esemplare rappresentano l'intreccio tra dolore e speranza come risvolti consapevoli per un progetto comune di trasformazione.

L'incontro del 30 ottobre vede la partecipazione di Giuditta Perriera, impegnata nella lettura di alcune poesie e passi tratti dal libro "Verso un'antropologia del cancro".

Centro culturale Biotos

Via XII Gennaio 2 - 90141 Palermo
Vedi mappa

eventi consigliati