MOBILITÀ

HomeMagazineTerritorio

Palermo e i parcheggi: quella cosa delle navette (gratis) che in pochi conoscono

Una nuova mobilità a Palermo che invade nuove zone, ma i parcheggi sono gli stessi di prima e nessuno lascia l'auto a casa: meglio usare le navette. Ecco dove si prendono

Giulio Di Chiara
Urbanista e progettista
  • 31 gennaio 2018

La navetta gratuita che parte dal parcheggio Basile

Con le recenti disposizioni di pedonalizzazione in centro storico, il centro-città “percepito” dai cittadini palermitani si è spostato lungo l’asse Ruggero Settimo - Maqueda e più precisamente in piazza Verdi, ai piedi del Teatro Massimo.

Una percezione appunto, che fino agli anni Duemila era fortemente polarizzata da piazza Castelnuovo, o volgarmente piazza Politeama, luogo di ritrovo per giovani e sede delle principali manifestazioni.

Va da se che i flussi veicolari verso questo nuovo polo, che offre la possibilità di passeggiare tra negozi e palazzi nobiliari lontano dalle auto, si siano incrementati e continuino ad aumentare per la crescente vivacità della zona.

I parcheggi sono fondamentalmente gli stessi di prima, pressocchè tutti a pagamento e con tariffazione oraria. Molti palermitani oggi non concepiscono a priori la possibilità di rinunciare alla propria auto per raggiungere questi luoghi, tantomeno dover pagare la sosta del proprio mezzo.

Altri sono impossibilitati dalle scarse frequenze dei mezzi pubblici in svariati quartieri della città. Tuttavia c’è anche la componente “disinformazione” che incide su questo fenomeno, a sua volta legata alle problematiche comunicative dell’AMAT e degli organi comunali.

Ad ogni modo l’obiettivo di questo articolo mira a fornire e rammentare un’alternativa a molti sconosciuta per raggiungere le vie centrali della città senza dover impazzire nel traffico, o sostenere i costi della ZTL, del parcheggio e del posteggiatore.

Parliamo nello specifico di due navette gratuite, servite da mini bus, denominate “Free Express” e “Arancione - Centro Storico”.

La prima fa capolinea al parcheggio Basile, laddove vi è un immenso spazio anch’esso gratuito per parcheggiare la propria auto, e collega questo terminal con piazza Indipendenza senza effettuare fermate intermedie.

Un collegamento diretto, con frequenza dichiarata di 15 minuti (fonte: sito AMAT), che consente di giungere al perimetro della ZTL e accedere a piedi in corso Vittorio Emanuele da Porta Nuova. Questa linea è stata di recente ripristinata, in data 22 Gennaio 2018.

La seconda, sempre gratuitamente per i cittadini, percorre le principali arterie stradali all’interno del centro storico e effettua svariate fermate tra cui la Stazione Centrale, piazza Marina, piazza Verdi, piazza XIII Vittime e piazza Indipendenza, dove è possibile scambiare con la Navetta Express precedente menzionata. Frequenza dichiarata 14 minuti.

La pianificazione del percorso è presto fatta: auto al parcheggio Basile, navetta Express sino a piazza Indipendenza, cambio con la navetta Arancione - Centro Storico e raggiungimento dei principali poli d’attrazione all’interno della ZTL. Senza spendere un euro. Gli utenti più in forma potrebbero tranquillamente utilizzare soltanto la prima navetta e proseguire a piedi.

Chi scrive ha provato questa soluzione e può confermare la validità della proposta, compatibilmente con il rispetto delle frequenze che, almeno negli spostamenti personali, sono state rispettate.

Probabilmente le due linee potrebbero essere ottimizzate ulteriormente nei percorsi e sono state avanzate alcune proposte ad AMAT.

Al momento ci limitiamo a invitare i palermitani a utilizzarle almeno una volta e provare, dato che non è difficile vedere questi bus parzialmente o totalmente vuoti. E ci sembra un vero spreco.

articoli recenti