MUSICA & DANZA

HomeEventiMusica & Danza

Cinque giorni in cinque spazi diversi per un festival di danza: a Palermo "ConFormazioni"

  • vari luoghi della città - Palermo
  • Dal 24 al 28 aprile 2019 (evento concluso)
  • Visualizzare il programma
  • 7 euro (singolo spettacolo), 35 euro (abbonamento a tutti gli spettacoli)
  • Per prenotazioni: 328 0504427 oppure mandando una mail all'indirizzo festivalconformazioni@gmail.com
Un festival nomade - come amano definirlo gli organizzatori - diffuso a Palermo, tra vari spazi dal 24 al 28 aprile, dedicato alla danza e ai linguaggi contemporanei del corpo.

Torna per la terza edizione, ConFormazioni, festival di danza e linguaggi contemporanei. Saranno cinque giorni di spettacoli, workshop e incontri che porteranno in città compagnie e artisti tra i più significativi del panorama della danza nazionale e internazionale.

Teatro Massimo, Museo Salinas, Spazio Franco, Cre.Zi.Plus e la Sala Perriera ai Cantieri culturali alla Zisa: cinque spazi per rivolgersi a un pubblico sempre più ampio e diversificato, con l’obiettivo di attraversare la contemporaneità.

Tanti i coreografi in programma provenienti da Grecia, Spagna, Belgio, Francia e naturalmente dall'Italia. Tra culture e poetiche differenti Palermo accoglie, in questo periodo storico, in cui muri, barriere e recinzioni sembrano tornati simboli del nostro tempo. 

Conformazioni ospiterà autori italiani di riferimento accanto a giovani scoperte attente all’innovazione dei linguaggi contemporanei: la storica compagnia Abbondanza/Bertoni, Collettivo Cinetico, Daniele Ninarello, Luna Cenere e Davide Valrosso sono gli autori italiani di respiro internazionale presenti per questa edizione, molti di loro per la prima volta a Palermo, e ancora Natiscalzi DT e Simona Argentieri.

Quattro, gli artisti stranieri, con due prime nazionali: il primo sarà il francese Alexandre Fandard (24 aprile, ore 21, Spazio Franco) che, esplorando l’alterità, si ispira a Beckett nello spettacolo “Some remain so”; nei giorni a seguire lo spagnolo Diego Sinniger con due spettacoli con tema il conflitto interiore (25 aprile, ore 17, Museo Salinas).

Chiudono l’ultima giornata del festival i greci Martha Pasakopoulou e Aris Papadopoulos con un duetto dal gioco ritmico che con ironia ci fa riflettere su quanto sia importante condividere uno spazio; e infine direttamente dal Belgio, la coreografa Karine Ponties della compagnia Dame De Pic con due spettacoli che mettono in luce l’universo dell’assurdo prediletto dalla Ponties, al confine tra teatro e danza.

ConFormazioni è anche un festival di formazione per artisti, luogo di confronto e dibattito per parlare di danza. Tra gli incontri di quest’anno, “La danza 2.0” con Alessandro Pontremoli, storico della Danza e docente all’Università di Torino, (24 aprile, ore 10, Sala Onu, Teatro Massimo) e “Tradire per innovare?” con alcuni dei più importanti direttori di festival e operatori italiani come Angela Fumarola, “Armunia Festival”, e Gerarda Ventura, “Anghiari Dance Hub”, (27 aprile, ore 17, Cre.Zi.Plus).

Quattro, ancora, i workshop con gli artisti in programma, dal 25 e 28 aprile, con due turni dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 16, nella Sala Perriera ai Cantieri Culturali alla Zisa con i coreografi Daniele Ninarello, Giorgia Maddama, Karine Ponties e Davide Valrosso.

ConFormazioni è promosso da Muxarte, con la direzione artistica di Giuseppe Muscarello, con il sostegno del Ministero per i beni e le attività culturali e la collaborazione di Comune di Palermo. 

eventi consigliati