MUSICA E DANZA

HomeEventiMusica E Danza

Concertone di Capodanno ad Agrigento: Lello Analfino e i Tinturia in piazza Pirandello

  • Piazza Pirandello - Agrigento - Vedi mappa
  • 31 dicembre 2018 (evento concluso)
  • Dalle 23.30
  • Gratuito
Balarm
La redazione

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Lello Analfino

Anche Agrigento ha il suo concertone per l'ultima notte dell'anno. La notte di San Silvestro si festeggia in piazza Pirandello, di fronte il Palazzo del Municipio, con la storica band agrigentina di Lello Analfino e i Tinturia, pronta ancora una volta con i suoi ritmi ad infiammare il pubblico.

In vista del tanto atteso evento, il Comune di Agrigento emette un'ordinanza per evitare i rischi alla collettività, in relazione alla grande partecipazione prevista al concertone. Dal 31 dicembre all'1 gennaio, dalle 21 alle 6, nelle aree intorno al concerto vigerà il divieto di vendere e somministrare bevande in bottiglie o bicchieri di vetro o in lattine, contenitori in metallo o in altro materiale potenzialmente utilizzabile quale “strumento atto ad offendere o turbare l’incolumità fisica e l’ordine pubblico”.

Saranno proibiti: il trasporto di contenitori di vetro e il consumo di alcolici per strada. Gli esercenti avranno l’obbligo di posizionare contenitori per il deposito dei rifiuti prodotti dai propri avventori, i quali però non potranno rimanere sulla sede stradale in modo perenne.

E ancora, sono vietati i fuochi d’artificio e i giochi pirotecnici, dei quali sarà anche vietata la vendita e l’esplosione anche in aree private. Consentiti solo i “fuochi” di minore entità che producono esplosioni di più bassa intensità, che non saranno comunque utilizzabili intorno all’area del concerto. Per evitare il rischio di risse, sarà vietato nell’area del concerto l’uso di ombrelli, aste per selfie o qualunque altro oggetto possa essere trasformato in uno strumento atto ad offendere.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE