MOSTRE D'ARTE

HomeEventiMostre D'arte

"La Ciudad Desnuda": alla galleria Arvis la mostra fotografica di Luisa Vazquez

Balarm
La redazione

La foto "Coronavirus: il panorama dopo la battaglia" di Luisa Vazquez

Per la "Settimana delle Culture", la sede di Arvis, l'Associazione per le Arti Visive in Sicilia (in via Giovanni Di Giovanni 14 a Palermo) ospita, dal 25 settembre al 25 ottobre, la mostra "La Ciudad Desnuda", della grande fotografa spagnola Luisa Vazquez. L'inaugurazione è prevista sabato 25 settembre alle ore 18.30.

La "Ciudad Desnuda" è Madrid nelle immagini della fotografa spagnola Luisa Vazquez, scattate durante la pandemia in luoghi cittadini che per tradizione e cultura locale sono stati sempre teatro di feste tradizionali, mercati popolari, concerti, spettacoli.

Una città irriconoscibile, spogliata di tutte le sue caratteristiche note nel mondo e apprezzate da Luisa Vazquez che, ora residente a Palermo e innamorata di questa città, ha sentito il bisogno di volare a Madrid per registrare con la sua macchina fotografica la nuova "Città Desnuda", che le ha trasmesso le stesse emozioni di una Palermo anch’essa colpita ma sempre viva.

Luisa Vazquez, viaggiatrice instancabile, ha vissuto per anni a Belgrado, Roma e Ginevra, prima di tornare in Spagna, a Madrid dove ha iniziato una carriera professionale nel campo della documentazione audiovisiva, prima sul giornale "El País"e successivamente sul canale televisivo della regione di Madrid.

A Telemadrid ha gestito tutti gli archivi audiovisivi e realizzato un ambizioso e complesso progetto di digitalizzazione video. La sua formazione fotografica è stata inizialmente autodidatta. In seguito ha partecipato a workshop fotografici, sia pratici che di editing. Nel 2015, terminata la sua esperienza professionale in Spagna si è trasferita a Palermo, dove non ha smesso di fotografare ed esporre le sue opere.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE