FESTIVAL E RASSEGNE

HomeEventiFestival E Rassegne

Noemi, Arisa, Nino Frassica e tanti altri: il Capodanno 2019 a Catania tra musica e grandi ospiti

  • Piazza Duomo - Catania - Vedi mappa
  • Dal 30 al 31 dicembre 2018 (evento concluso)
  • 20.00 (domenica), 21.00 (lunedì)
  • Gratuito
Balarm
La redazione

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

L'attore Nino Frassica

Un weekend per salutare il nuovo anno a suon di musica ma con un occhio alla solidarietà: a Catania domenica 30 e lunedì 31 dicembre si balla e si canta in compagnia di grandi ospiti nazionali.

Un modo per affrontare con spensieratezza un momento tanto difficile per la città, già in dissesto economico e in questi giorni vessata dai movimenti dell'Etna.

Per questo il Capodanno 2019 si deve a un folto gruppo di sponsor e organizzazioni privati che al grido di "Alzati Catania!" hanno voluto regalare al capoluogo etneo due serate a tutto divertimento aperte liberamente a tutta la cittadinanza.

Domenica 30 dicembre a partire dalle 20, naturalmente in piazza Duomo, Salvo La Rosa conduce una serata che vede protagonisti l'attore Gino Astorina, pilastro della comicità made in Catania, la musica e le parole di Marco Panzani, il cantante Seba e una grande ospite d'eccezione: la cantante Arisa. Contestualmente tutte le attività commerciali del centro storico saranno coinvolte in una "Notte Bianca".

Ma la festa entra nel vivo lunedì 31 dicembre, questa volta a partire dalle 21, sotto la conduzione di Ruggero Sardo che introduce sul palco la cantante Noemi, con i suoi vecchi e nuovi successi, preceduta dall'esilarante show di Nino Frassica e i Los Plaggers. Insieme a loro anche la musica di Giuseppe Castiglia, Francois e Le Coccinelle e il loro travolgente rock'n'roll e, per finire, i dj di Radio Studio Centrale.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE