BAMBINI E RAGAZZI

HomeEventiBambini E Ragazzi

Tra i vicoli di Firenze col sogno di diventare poeta: a Villa Filippina c'è "Dante on the road"

  • Marameo
  • Villa Filippina - Palermo
  • 24 ottobre 2021 (evento rinviato a data da destinarsi)
  • 17.30
  • 6 euro (adulti), 4 euro (under12), 2 euro (under6). Esclusa eventuale prevendita online
  • Biglietti acquistabili online o fisicamente al botteghino di Villa Filippina. Per accedere agli spettacoli è richiesto il Green Pass. Info al numero 391 3064887 o via mail info@teatroditirammu.it
Balarm
La redazione

Un momento dello spettacolo "Dante on the road"

Un Dante tra i vicoli di Firenze a rincorrere il sogno di diventare un poeta.

È questa la storia raccontata nelle piéce teatrale prodotta dal Teatro Ditirammu che viene portata in scena dalla compagnia "La Bottega del Pane Young" a Palermo.

Lo spettacolo dal titolo "Dante on the road" rientra nell'ambito della Rassegna Marameo ed è in programma domenica 24 ottobre alle 17.30 nel Teatro Monsù del Planetario di Villa Filippina (lo spettacolo si svolge al chiuso).

Sul palco Aurora Miriam Scala e Maria Chiara Pellitteri interpretano due studiose di Dante un po’ fuori di testa,  tanto da sembrare quasi due ciarlatane, sono esaltate all’idea di raccontare a tutti la loro straordinaria scoperta: dopo anni e anni di studi e ricerche, sono riuscite a ritrovare un diario unico nel suo genere: "Le memorie de lo infante Dante"… Firenze, 1277.

Dante ha dodici anni e un sogno, anzi due: diventare poeta, come Virgilio o magari come Guido, un ragazzo più grande già famoso in città per le sue rime d’amore, e poi conoscere Beatrice. Da quando l’ha incontrata non ha più smesso di pensare a lei.



Tutto sembra andare per il meglio quando Guido lo invita a far parte di un circolo segreto di poeti. È la sua grande occasione. Ma per realizzare i suoi sogni dovrà fare ricorso a tutto il coraggio e l’ingegno di cui è capace.

Inizia un’avventura notturna per le strade della città e, nonostante il coprifuoco percorrerà i vicoli di Firenze come fossero “una selva oscura”; deve affrontare suo padre che ha per lui ben altri progetti e superare tre durissime prove.

Ogni tanto sente arrivare i primi "rigurgiti" della sua grande e futura Opera. Dante capisce che il suo amore per la poesia è più forte di ogni cosa e alla fine trova la sua strada, unica, irripetibile, per diventare “grande”.

Lo spettacolo quindi sperimenta vari linguaggi e mette insieme attori e puppets che ci racconteranno la storia di un Dante ragazzino pieno di timori e sogni, molto vicino ai ragazzi di oggi e del quale si intravedono già i tratti del grande poeta.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE