BANDI E OPPORTUNITÀ

HomeInformagiovaniBandi e opportunità

Dalla Regione 500mila euro agli apicoltori siciliani: ecco come presentare la domanda

I dettagli e le scadenze del bando del dipartimento regionale dell'Agricoltura che stanzia un rimborso per le aziende colpite dallo sfasamento delle stagioni

Balarm
La redazione
  • 22 novembre 2022

È in arrivo un aiuto agli apicoltori come rimborso per le spese straordinarie sostenute per l'alimentazione delle api. Lo prevede il bando del dipartimento dell'Agricoltura della Regione Siciliana che, con una dotazione finanziaria di 500 mila euro.

Questa opportunità è rivolta a imprenditori apistici, società e cooperative che abbiano sede legale e operino nel territorio siciliano e siano iscritti all'anagrafe apistica nazionale.

Il sostegno consiste nel rimborso delle spese sostenute dal primo gennaio 2021 al 15 settembre 2021 per l'acquisto di prodotti per l'alimentazione di soccorso delle api. In quel periodo, infatti, la produzione è stata fortemente condizionata dallo sfasamento tra le stagioni, che ha provocato la riduzione di diverse colture in Sicilia.

Inoltre, nel corso dell'estate una serie di incendi estivi ha distrutto numerosi pascoli e la vegetazione arbustiva e arborea. Eventi che hanno influito sul ciclo biologico delle api e provocato la riduzione di cibo, a tal punto da richiedere agli allevatori un intervento di alimentazione straordinaria per consentire la sopravvivenza degli sciami, con il conseguente aggravio di costi per la produzione.
Adv
Per ulteriori dettagli si può consultare online il bando integrale.

Le domande dovranno essere trasmesse all’Ispettorato provinciale dell’agricoltura competente per territorio in cui ha sede legale l’azienda entro il 12 dicembre 2022 e dovranno contenere una relazione sui danni subiti dall'azienda.

In particolare la documentazione deve pervenire preferibilmente su supporto cartaceo o con altra modalità prevista dalla legge, specificando all’oggetto "Alimentazione di soccorso delle api".

La domanda d’aiuto deve essere sottoscritta dal richiedente e accompagnata dalla fotocopia del documento di identità in corso di validità. Il beneficiario deve indicare in domanda un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) valido per le comunicazioni inerenti all’operazione. Si può presentare una sola domanda.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI