ESCURSIONI

HomeMagazineTurismo

Tutti in fila per un selfie estivo con vista sui faraglioni: riapre la tonnara di Scopello

È uno fra i gioielli di Sicilia più noti e "instagrammati": con i suoi faraglioni e le acque cristalline ha sempre attratto un grande numero di turisti. E adesso riapre al pubblico

Dario La Rosa
Giornalista
  • 19 luglio 2018

La tonnara di Scopello

È nuovamente pronta a incantare con la sua bellezza: dopo mesi di chiusura, amministrazione giudiziaria e altre impasse da Tribunale, la Tonnara di Scopello tornerà a essere di tutti.

Lo storico complesso che si affaccia sul mare della Riserva dello Zingaro riprende il suo ruolo di struttura turistico-ricettiva a tutti gli effetti, per la gioia di tutti gli amanti di quello scorcio diventato estremamente social per la sua bellezza.

La notizia, che apprendiamo dal Giornale di Sicilia, arriva dopo l’affidamento di gestione per sei anni a una società che potrà occuparsi delle visite guidate, organizzare eventi e gestire i posti letto disponibili.

Famosa per i suoi faraglioni che si ergono sul mare insieme alle piante grasse che riescono a vivere in angusti angoli picchettati costantemente dal sole, la Tonnara di Scopello è uno fra i gioielli di Sicilia più noti, frequentati e fotografati.

All’alba o al tramonto potrete facilmente scattare l’immagine perfetta per instagram. Poi, però, non dimenticate di fare un bel bagno. La piattaforma in cemento e l’acqua subito alta permettono di tuffarsi nelle acque cristalline e trovarsi in uno scenario come pochi.

Se volete un po’ di storia dobbiamo tornare indietro al XIII secolo, quando fu eretta la prima costruzione. Da lì in poi c’è un passaggio di mani che arriva sino alla famiglia Florio, che con il tonno ci va a braccetto.

In uno degli ultimi anni di attività, era il 1977, Wikipedia ci dice che furono pescati ben 700 tonni di goduria alimentare. Ma non c’è solo tonno: c’è il classico pane cunzato, lo sfincione ben cotto e la possibilità di due passi al borgo cittadino per un gelato, o un bel trekking all’interno della Riserva dello Zingaro con le sue calette da esplorare.

Intanto però, godetevi lo spettacolo della Tonnara.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI