BLOG

HomeBlog

Un luogo sicuro per le donne in difficoltà: nasce il primo Punto Viola di Bagheria

I volontari offrono informazioni, supporto immediato e potranno dare indicazioni sui servizi di tutela. Non solo un centro anti-violenza ma un luogo di riferimento

Balarm
La redazione
  • 18 dicembre 2023

Un luogo protetto e sicuro dove essere aiutate. Un punto di riferimento su cui sapere di poter contare, sempre. A Bagheria nasce il primo Punto Viola, che ha la sensibilità e gli strumenti per accogliere le donne nelle diverse situazioni di difficoltà e fornire aiuto o sostegno in caso di violenza.

I volontari offrono informazioni, supporto immediato e potranno dare indicazioni sui servizi di tutela.

Punti Viola è un progetto di DonneXStrada e ha come fine la creazione di luoghi sicuri per le donne. Per luoghi sicuri si intende qualsiasi esercizio commerciale aperto al pubblico, sensibilizzato e formato contro la violenza di genere e per la sicurezza in strada delle persone.

L’obiettivo generale è quello di attivare il singolo cittadino nel contrastare la violenza partendo proprio dal territorio e dalla costruzione di una rete che possa sostenere le vittime.

Un Punto Viola è quindi un luogo di riferimento nel territorio, che ha la sensibilità e gli strumenti per accogliere la persona nelle diverse situazioni di difficoltà. Il progetto prevede la selezione, la sensibilizzazione e la formazione, svolta dai professionisti del team legale e psicologico.
Adv
Il Punto Viola di Bagheria, che viene inaugurato giovedì 21 dicembre alle ore 19.00 in via Piersanti Mattarella, è coordinato da FemBocs.

«Collaborare con DonneXStrada significa fare qualcosa di concreto per contrastare la violenza di genere, migliorare la sicurezza in strada delle donne e garantire il benessere delle persone. Per noi, come Fembocs avviare questo progetto è una grande responsabilità, nonché opportunità, per contribuire alla tutela dei diritti delle donne rispetto ai vari gradi di violenza che avvengono quotidianamente sia in spazi pubblici che in spazi privati.

Qualsiasi donna in difficoltà potrà arrivare nel nostro punto e chiedere aiuto o sostegno in caso di violenza: i nostri volontari offriranno informazioni, supporto immediato e potranno dare indicazioni sui servizi di tutela. Vi aspettiamo, giorno 21 dicembre, per condividere questa iniziativa tra interventi, musica e video. E dopo gli interventi, è previsto un brindisi finale».

Per qualsiasi dubbio o informazione, è possibile contattare il FemBocs tramite i canali Social di Bocs APS o inviando una e-mail a fembocs@bocs.club.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI