TELEVISIONE

HomeMagazineCultura

I palermitani "Utveggi" a Italia's Got Talent: l'esibizione in giapponese

Il video dell'esibizione dei palermitani che - questa volta - hanno cantato in giapponese lasciando a bocca aperta i giudici del talent show di Sky

Eugenia Nicolosi
Giornalista e scrittrice
  • 11 aprile 2017

Gli Utveggi

Sono stati protagonisti del talent show di Sky Uno con To’, un brano cantato in giapponese. Era la scorsa puntata di Italia’s Got Talent, programma condotto da Lodovica Comello, Frank Matano, Luciana Littizzetto, Nina Zilli e Claudio Bisio e il gruppo palermitano degli Utvegi ha lasciato i giudici a bocca aperta davanti l’esibizione andata in onda lo scorso 7 aprile.

Unici nel loro genere i “siciliani che cantano in giapponese” (ma solo per questa volta) sono Valerio Mirone (voce), Simone Giuffrida (chitarre, voci), Bruno Pitruzzella (chitarre, voci), Luca La Russa (basso, voci) e Giuseppe Montalbano (batteria, voci).

La canzone è tratta dall’omonimo album “Utveggi” uscito nel 2015 a cui ha fatto seguito l’ultimo è più recente lavoro “Altri Mondi” (Almendra Music).

I testi dell'ultimo album sono prevalentemente in lingua italiana, tranne “Mizu” e “Caffè”, cantati in giapponese, e due brani in siciliano. Traggono spunto, come spesso usa fare la band, dalla letteratura internazionale, trasformandone i contenuti con ironia e conferendo un’atmosfera sognante all’impianto narrativo, come per esempio in “Disadattitudine” che si rifà a “Il mondo salvato dai ragazzini” (1968) di Elsa Morante o “Turbature”, ispirato a “Foglie d’erba” (1855) di Walt Whitman.

articoli recenti