TEATRO E CABARET
HomeEventiTeatro E Cabaret

A Catania risate assicurate con Antonio Ornano: volto di Zelig e GialappaShow

  • Teatro Abc - Catania
  • 21 maggio 2024
  • 21.00
  • 38 euro (poltronissima), 33 euro (poltrona), 28 euro (tribuna)
  • PROMO BALARM leggi nell'articolo come prenotare e acquistare i biglietti scontati del 50%. Biglietti acquistabili online su TicketOne oppure fisicamente al botteghino del teatro, in via Pietro Mascagni 94 a Catania, da lunedì a sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00, telefono 095 538188 e 333 7781632.
Balarm
La redazione

Antonio Ornano

Volto noto di Zelig, Colorado e oggi tra i protagonisti di "Mai Dire Gol" della Gialappa's Band, Antonio Ornano - attore e comico ligure - torna a teatro con il suo nuovo spettacolo comico dal titolo "Maschio caucasico irrisolto". 

Un irrefrenabile flusso di coscienza di un uomo che affonta la vita con una morale approssimativa, scarsa autostima e una notevole dose di cinismo. Prodotto dalla Good Vibrations e organizzato da Eventi Olimpo, lo spettacolo va in scena martedì 21 maggio, alle 21.00, al Teatro Abc di Catania.

PROMO BALARM. Eventi Olimpo in collaborazione esclusiva con Balarm offre ai lettori la possibilità di assistere allo spettacolo con uno sconto del 50% sul costo intero del biglietto: 19 euro (tribuna, invece che 38 euro), 16,50 euro (poltrona, invece che 33 euro), 14 euro (tribuna, invece che 28 euro).

Per ottenere lo sconto sui 100 biglietti disponibili è necessario inviare un messaggio WhatsApp al numero 388 3479909, entro le ore 18.00 di martedì 21 maggio, scrivendo la dicitura "PROMO ANTONIO ORNANO CATANIA" e specificando i nomi e cognomi (quindi anche più individui) delle persone interessate alla promo.
Adv
Balarm provvederà immediatamente, tramite WhatsApp, a inviare una risposta di conferma con le indicazioni per l'acquisto e il ritiro dei biglietti scontati.

Se volete restare informati sulle PROSSIME PROMOZIONI vi consigliamo di:
- Seguire la pagina Instagram di Balarm (iscrivendosi anche al canale broadcast) cliccando qui
- Iscriversi al nuovo canale WhatsApp di Balarm cliccando qui
- Iscriversi al nuovo canale Telegram di Balarm cliccando qui

Lo show vede il ritorno in scena dello stand up comedian conosciuto dal grande pubblico grazie alla sua partecipazione nel cast fisso di Zelig in cui interpretava il famoso "biologo" che parla delle relazioni animale-uomo e animale-donna.

Dopo una piccola pausa dagli schermi, Ornano torna in tv nel 2021, mentre l’anno successivo diventa uno degli insegnanti comici di "Stand Up! Comici in prova", in onda su Nove, dove insegna l’arte del cabaret e tutti i suoi trucchi ad alcuni vip italiani.

Dal 2023 è uno dei protagonisti del ritorno in tv di "GialappaShow" della Gialappa’s Band.

Ora il ritorno in teatro con "Maschio caucasico irrisolto".

Ad una certa età capita di tirare le somme, fare bilanci e scoprire di aver trascorso gran parte della propria vita proiettati in avanti e frantumati in tanti pezzi, ciascuno dei quali funzionale a salvarsi le piume.

Forse è solo per guadagnarsi il desiderio di essere visto e possibilmente amato, da chi gli sta attorno e da quel pubblico che insegue disperatamente per farlo ridere, perché come dice lui stesso, rubando la battuta di un vecchio film, in quel momento si sente speciale.

Forse è giunto il momento di chiedere l'aiuto di uno psicologo da cui si è sempre rifiutato di andare, non tanto per scetticismo quanto perché da genovese l’idea di sganciare 80 euro all’ora ad un tipo che ascolta in silenzio le proprie seghe mentali gli prende un po’ male, d’altronde se Woody Allen fosse stato ligure ci saremmo persi più della metà dei suoi capolavori.

E allora capita di sentirsi dire da uno bravo: "Lei è un maschio caucasico irrisolto, uno di noi insomma, che finalmente attraversa una fase trasformativa, si sfoghi".

E così capita di scrivere e risalire sul palco.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE