FESTIVAL E RASSEGNE

HomeEventiFestival E Rassegne

La Notte Europea dei Ricercatori torna a Palermo: "Sharper 2021" sbarca al campus universitario

Balarm
La redazione

Un momento della "Notte dei ricercatori 2019" a Palermo

Torna a Palermo la Notte Europea dei Ricercatori e porta nelle piazze e anche online i ricercatori e le loro ricerche, con attività, seminari e discussioni.

La manifestazione quest'anno è in programma per venerdì 24 settembre all'interno del campus universitario di Viale delle Scienze dell'Università degli studi di Palermo per una notte ricca di appuntamenti, convegni e incontri con la scienza. 

Quest'anno la "Notte dei Ricercatori" si tiene in 16 città in tutta Italia. Oltre Palermo e Catania, le altre protagoniste sono: Ancona, Cagliari, Camerino, Catania, Genova, L’Aquila, Macerata, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia, Terni, Sassari, Torino, Trento e Trieste.

Lo spirito di SHARPER è quello di trasformare la città in un laboratorio animato da cittadini e ricercatori che insieme esplorano il mondo.

La rete che si costituisce in ogni città è coordinata da una delle istituzioni partner del consorzio SHARPER. Il tessuto di istituzioni, associazioni e imprese che danno vita alla squadra coinvolta nell’organizzazione della Notte conta attualmente oltre 150 soggetti e il numero cresce di mese in mese ampliando il carattere multisciplinare dell’evento.



«La Notte Europea dei Ricercatori è un’iniziativa molto speciale e di grande valenza pubblica che in questo particolare momento storico assume ancora maggiore significato, sottolineando quanto la ricerca in tutte le sue discipline sia fondamentale– dichiara il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, professore Fabrizio Micari – Per il sesto anno consecutivo, di nuovo in presenza in questa edizione, i nostri ricercatori tornano a raccontare alla cittadinanza le loro attività e l’eccellente ed importante lavoro che con passione svolgono all’interno dei laboratori universitari. Il ruolo sociale della scienza e della ricerca ha tra le sue funzioni anche quella educativa, e la Notte dei Ricercatori che coinvolge la società in un festoso momento collettivo di condivisione della conoscenza, ne è uno straordinario esempio».

DOVE SI SVOLGONO LE ATTIVITÀ
Le attività si svolgono in vari punti del campus dislocati tra: l'Edificio 19, il Piazzale Ingegneria, il Museo dei Motori, il Laboratorio di Sistemi e Tecnologie Marine (La.Si.Tec.Ma. LAB – Hangar) e l'Edificio 14 (Dipartimento di Architettura). 

Non ci sono limitazioni agli appuntamenti in programma, ad eccezioni dello spettacolo per grandi e bambini dal titolo "La magia della chimica" che prevede una capienza massima di 80 posti (fino a esaurimento). 

Lo spettacolo si svolge nell'Edificio 19 in due turni, alle 20.30 e alle 22.00. Per prenotare il proprio posto è possibile registrarsi online sulla pagina dedicata. 

COME ACCEDERE AL CAMPUS
Per accedere al campus è necessario essere muniti di Green Pass, indossare la mascherina e mantenere il distanziamento. Gli ingressi sono contingentati con una capienza massima all'interno del campus di 2500 persone (ingresso su via Ernesto Basile).

Per accedere, inoltre, è necessario iscriversi online cliccando sulla pagina dell'attività scelta.

L’acronimo Sharper - SHAring Researchers’ Passion for Evolving Responsibilities - sintetizza l'obiettivo principale del progetto: creare occasioni di coinvolgimento del pubblico per far conoscere il lavoro dei ricercatori e il suo impatto sociale.

In particolare, nel 2020 Sharper propone attività che legano le azioni della ricerca ai Sustainable Development Goals.

I 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, tutti interconnessi tra loro, sono il modello da seguire per avere un futuro migliore, adottato da tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite nel 2015 come un invito universale all'azione per porre fine alla povertà, alla disuguaglianza, ai cambiamenti climatici e ad altri problemi di portata globale e per proteggere il pianeta e garantire che tutte le persone godano di pace e prosperità entro il 2030.

Qual è il ruolo della ricerca e dei ricercatori nel raggiungimento dei 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile, a 10 anni dalla data indicata come traguardo dalle Nazioni Unite?

Partendo dalle sollecitazioni proposte dalle sfide globali - dai cambiamenti climatici allo sviluppo urbanistico, dalla salvaguardia della biodiversità alle questioni di genere - l'evento aiuta il pubblico a scoprire il ruolo fondamentale dei ricercatori come attori fondamentali nel disegnare il futuro insieme ai cittadini.

Ogni attività prevista per la Notte dei Europea dei Ricercatori è correlata ad almeno uno degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals) per rendere sempre più evidente il ruolo della ricerca verso un mondo più sostenibile.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE