APERITIVI, PRANZI E CENE

HomeEventiAperitivi, Pranzi E Cene

Pranzo e cena in musica al Cantavespri di Palermo: il programma della settimana

  • Cantavespri Art Cafè - Palermo
  • Dal 14 al 17 ottobre 2021 (evento concluso)
  • Dalle 12.00 alle 14.00 (pranzo), dalle 20.00 in poi (cena e spettacoli)
  • 15 euro (menù pranzo)
  • La prenotazione al tavolo è obbligatoria tramite messaggio privato alle pagine Facebook e Instagram del locale
Tornano gli appuntamenti con gli eventi musicali d’intrattenimento al ristorante e night club "Cantavespri", in Vicolo Valguarnera 10 a Palermo. Inoltre, per questo fine settimana, oltre le esperienze serali, è possibile, dalle 12.00 alle 14.30, prenotare un pranzo in musica, a base di cucina tipica siciliana, sulle note jazz di due maestri pianisti d'eccezione.

(Il menù del pranzo completo ha un costo di 15 euro a persona. Tavolo solo su prenotazione)

IL PROGRAMMA DA GIOVEDÌ 14 A DOMENICA 17

Giovedì 14
A partire dalle 20.00 appuntamento con la musica di Andrea Palumbo (piano) e Francesco D'Alleo (contrabbasso). Nel Duo Palumbo-D’Alleo vengono interpretati brani firmati da grandi nomi dello swing, come Duke Ellington, Porter ed altri grandi autori che hanno fatto la storia del Jazz come Miles Davis, Charlie Parker, Herbie Hancock, Thelonious Monk, Chet Baker ed altri.

Venerdì 15
Live (serale) di Sandro Amoroso e Ciro Pusateri, che rivisitano i brani più importanti degli anni '70 e '80. 

Sabato 16
A pranzo Valerio Castorino, pianista/tasterista della band "I Roxy", propone un comministione inedita tra poco e classica.
Di sera, live degli "Hard Lemons", con cover brit pop/rock.

Domenica 17
A pranzo suona Valerio Dainotti, giovanissimo partecipante di diversi concorsi musicali e importanti festival jazz. Di recente si è esibito all'Auditorium della Rai in Sicilia presentando lo spettacolo ''The Dark Side of Love'' con il "Valerio Dainotti Trio". Fa parte nel corpo docenti del Brass Group e insegna Pianoforte Jazz & Pop alla Sicily Music Academy".
Di sera, live di Sonja Burgì e Dominici.

COSA C'È DA FARE