ATTUALITÁ

HomeMagazineSocietàAttualità

Cashback, adesso si fa sul serio: tutto quello che c'è da sapere sul rimborso sugli acquisti

Dopo la fase sperimentale di Natale, entra a pieno regime il vero e proprio Bonus Cashback di Stato e il Super Cashback. Ecco come funzionano e a chi spettano

Balarm
La redazione
  • 5 gennaio 2021

Dopo la fase sperimentale legata allo shopping di Natale, adesso si fa sul serio. Dal primo gennaio 2021 infatti entra a pieno regime il vero e proprio Bonus Cashback di Stato, la misura attuata dal governo che prevede il rimborso del 10% di quanto speso con sistemi di pagamento elettronico esclusivamente nei negozi fisici (non valgono gli acquisti online).

L'importante è utilizzare la carta di credito (o di debito) o bancomat. Niente contanti. Solo così è possibile ottenere un rimborso sull'acquisto fatto. Rimborso che può arrivare fino a 150 euro ogni semestre (quindi 300 euro l'anno) e che include ogni tipo di acquisto di beni e servizi.

Via libera quindi agli acquisti nei bar, ristoranti e supermercati, ma anche i pagamenti effettuati al proprio meccanico, all'avvocato o all'idraulico o ad altri artigiani e professionisti.

Il piano prende il nome di "Italia Cashless" e punta (insieme alla Lotteria degli scontrini) a incentivare l'uso di carte di credito, debito e app di pagamento al fine di ridurre l’uso dei contanti nelle operazioni di acquisto e di colpire così i pagamenti non tracciabili, in contanti, a rischio sommerso.



Nella prima fase sperimentale avviata a dicembre, bastavano 10 acquisti per ottenere il 10% di rimborso che arriverà entro il 10 gennaio direttamente sul conto corrente indicato in fase di registrazione.

Adesso invece è il momento del Cashback e del Super Cashback. Ecco come funzionano.

Cashback e Super Cashback: come funzionano

Per il Cashback (attivo dall'1 gennaio 2021) è possibile ottenere il rimborso del 10% sull’importo degli acquisti effettuati con pagamenti elettronici nei negozi fisici, effettuando un minimo di 50 pagamenti in un semestre. Non c’è un importo minimo di spesa ed è possibile ottenere rimborsi fino a 300 euro l’anno. Il rimborso massimo per singola transazione è di 15 euro.

Un ulteriore misura è il Supercashback, ossia un rimborso che verrà riconosciuto ogni sei mesi per 1.500 euro, in aggiunta al cashback standard ai primi 100.000 registrati che abbiano effettuato il maggior numero di operazioni cashless, a patto che eseguano almeno 50 operazioni di pagamento nel corso del semestre.

Come avviene l'erogazione del rimborso

Il pagamento del cashback e del supercashback avviene entro 60 giorni dalla fine del periodo (ad esempio per il primo semestre, il pagamento del cashback e del supercashback avverrà entro il 29 agosto 2021).

L'erogazione dei rimborsi avviene con un bonifico sull'Iban indicato in fase di registrazione sul sito di Italia Cashless. Per ricevere l’Extra Cashback di Natale è necessario comunicare l'Iban entro la fine di dicembre 2020.

Come partecipare al programma

1. Per partecipare all'iniziativa occorre inanzitutto iscriversi al Programma Cashback.

Per iscriversi ci sono due possibilità:

- Utilizzare il proprio SPID (il Sistema Pubblico di Identità Digitale). Per ottenere le credenziali SPID basta farne richiesta, per esempio a Palermo, attraverso il nuovo Centro Servizi e Sinergie in via del Bersagliere 67 (telefono 091 2762225) oppure farne rischiesta online sul sito istituzionale Spid.
- Utilizzare la Carta di Identità Elettronica (CIE 3.0) abbinata al PIN ricevuto al momento del rilascio dal proprio comune di appartenenza;

2. A questo punto è necessario scaricare l'App IO e installarla sullo smartphone o tablet. Per accedere basta utilizzare le credenziali SPID oppure la Carta di Identità Elettronica abbinata al PIN.

3. In fase di registrazione al Cashback, vanno inseriti il codice IBAN del conto su cui si vuole ricevere i rimborsi e gli estremi identificativi di uno o più carte di credito, carte di debito, PagoBancomat o attivare il Cashback sull'account Satispay.

4. Dopo la registrazione è possibile procedere con gli acquisti, utilizzando esclusivamente gli strumenti di pagamento elettronici inseriti nel Programma Cashback e monitorare i rimborsi attraverso l'App IO.

Cashback: a chi spetta e le tipologie di spesa ammesse

Possono beneficiare del cashback tutti i maggiorenni residenti in Italia e sono ammessi indistintamente tutti gli acquisti fatti come consumatori. Non sono contemplati quelli effettuati nell'ambito dell'attività professionale o imprenditoriale.

Il cashback riguarda indistintamente qualsiasi tipologia di spesa pagata in modalità elettronica, quindi gli acquisti di servizi e beni quali generi alimentari, di capi di abbigliamento, spese mediche, i pagamenti nei ristoranti o tutte le altre tipologie di spesa, escluse quelle fatte online.

Modalità contactless

Durante la fase sperimentale, i pagamenti effettuati in modalità contactless non sono stati conteggiati e sono stati invalidati perché si appoggiavano a circuiti ancora non convenzionati col programma.

In questo caso, in attesa che venga risolto il problema, basta registrare la carta due volte.

La prima con la procedura guidata per i bancomat, l’altra con la procedura manuale dedicata alle carte di credito. Nel secondo caso, occorre inserire il numero della carta e quello del codice di sicurezza, come fatto per le prepagate.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI