SOCIAL

HomeMagazineLifestyleTech

Coronavirus, WhatsApp rischia il collasso in Italia: Zuckerberg preoccupato per i server

Secondo il fondatore di Facebook il traffico dati in Italia è più che raddoppiato e sembra che le infrastrutture dei social non siano in grado di reggere questi picchi

Balarm
La redazione
  • 23 marzo 2020

Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg

Tutti a casa e dunque: tutti al cellulare. Il Coronavirus oltre a paralizzare interi Paesi in tutto il mondo rischia di fermare anche i più comuni strumenti social che in queste settimane ci permettono di "rimanere uniti ma distanti".

C'è davvero preoccupazione nel mondo di Facebook sulla tenuta dei server italiani che fanno capo a Whatsapp a Messenger, le due piattaforme di messaggistica più utilizzate (specialmente in questi giorni di isolamento forzato) dagli utenti per chat, chiamate e videochiamate.

A lanciare l'allarme è stato lo stesso Mark Zuckerberg che durante una conferenza "virtuale" ha parlato del fatto che i server di Facebook rischiano di «fondersi» a causa dell’espansione dell’epidemia.

In Italia il traffico dati è più che raddoppiato ma sembra che le infrastrutture di questi strumenti non siano in grado di reggere questi picchi.

Come riporta anche il Corriere.it in questo articolo il fondatore di Facebook ha spiegato che siamo ben oltre il picco massimo annuale che si registra nella notte di Capodanno e che se questi incrementi dovessero verificarsi in altre nazioni, il rischio è che i server vadano in tilt.

ARTICOLI RECENTI