CINEMA

HomeInformagiovaniArti performative

Documentari, lungometraggi e corti: iscrizioni aperte per il Festival del cinema di San Vito

La seconda edizione della manifestazione curata dal regista Genovese si terrà dall'8 al 12 di giugno 2021. Spazio alle tematiche ambientali, attraverso dibattiti e convegni

Balarm
La redazione
  • 30 aprile 2021

Il regista e curatore del Festival, Paolo Genovese

Il Festival, giunto alla sua seconda edizione, ha l'obiettivo di far conoscere e valorizzare il cinema italiano ma anche di dare spazio alle tematiche ambientali, attraverso dibattiti, convegni e documentari.

Anche questa volta si terrà a San Vito, prevede in concorso 8 lungometraggi, di cui 4 opere prime, 14 cortometraggi e 4 documentari il cui oggetto dovrà riguardare esclusivamente l'ambiente.

Alla selezione sono ammesse le produzioni cinematografiche italiane realizzate sul nostro territorio ma che possono includere anche tematiche e riprese di luoghi internazionali, ultimate dopo il 31 dicembre 2019.

Attori, registi e critici cinematografici saranno il cuore di una maratona di proiezioni ed incontri scientifici di alto livello che hanno l’obiettivo di portare le persone che fanno il cinema fra le persone che vedono il cinema. Spazio anche all’ambiente con documentari e dibattiti a tema.

Saranno escluse le opere che, alla chiusura delle selezioni, saranno già disponibili on-line, su piattaforme gratuite o a pagamento, nel territorio italiano.



Due giurie, una per i film e i cortometraggi, l'altra per i documentari, composte da attori, registi, critici cinematografici e giornalisti, nella serata finale assegneranno le "Stelle d'argento" per le seguenti sezioni: Miglior film, Migliore opera prima, Miglior documentario, Miglior cortometraggio, Migliore attore protagonista e Migliore attrice protagonista, Migliore attore non protagonista e Miglior attrice non protagonista, Premio personaggio dell’anno e Premio del Pubblico. Saranno inoltre conferiti i Premi Speciali, intitolati a Vittorio Gassman e a Franca Valeri, istituiti dal Festival.

«L'obiettivo dell'evento – ha detto alla stampa Paolo Genovese – è quello di far crescere la passione del cinema attraverso la conoscenza diretta di chi ci sta dietro. Il pubblico, oltre a vedere il film, percepisce dalle parole di registi, sceneggiatori, attori, montatori e direttori della fotografia quanta passione c'è in questo lavoro, quante attenzioni, quanti sacrifici. Al di là della natura e delle caratteristiche dei festival, la cosa importante è portare chi fa cinema fra la gente».

Termini e modalità delle iscrizioni
L'iscrizione dei film alla selezione per la seconda edizione del Festival del Cinema Italiano è aperta fino al 25 maggio 2021. Per la procedura di registrazione e tutti i dettagli è necessario consultare il sito della manifestazione.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI