INIZIATIVE

HomeMagazineTerritorioAmbiente

La differenziata di Palermo ai tempi del baratto: biglietti del bus in cambio dei rifiuti

In sostanza chi porta i rifiuti (ben) differenziati all'isola ecologica di Palermo dovrà pesarla per ottenere uno scontrino che più in là sarà convertito in biglietti Amat.

Balarm
La redazione
  • 18 gennaio 2019

Gli attori Aldo, Giovanni e Giacomo nella mitica scena dell'autobus del film "Tre uomini e una gamba"

Si accennava alla possibilità di ottenere uno sconto sulla tassa sulla spazzatura (la Tari) e invece la Rap ha cambiato idea e ha optato per scambiare i rifiuti differenziati e conferiti con i biglietti del bus e del tram Amat.

In sostanza chi conferisce rifiuti differenziati e quindi riciclabili all'isola ecologica di viale dei Picciotti (si trova nel quartiere Brancaccio, vediamo come funziona) dovrà pesarla per ottenere uno scontrino che più in là sarà convertito in biglietti Amat.

Attualmente si sta procedendo alla stesura di un regolamento sulle pratiche e sulle conversioni e presto si avranno notizie su quanti kg di rifiuti si dovranno conferire per avere in cambio i ticket.

Quindi ancora non si sa esattamente a quanti kg di differenziata corrisponderà un biglietto.

Intanto è già possibile portare i rifiuti e ottenere gli scontrini che dovranno essere conservati.

Quando sarà deciso a quanti kg di frazioni secche (plastica, vetro, carta e cartone) corrisponde un biglietto, si porteranno gli scontrini e si otterranno i ticket per il trasporto pubblico.

Al centro di raccolta comunale di Brancaccio si possono già conferire oltre alle frazioni secche e quindi: plastica, vetro, carta e cartone, anche: gli ingombranti, il legno, i toner esauriti, i farmaci scaduti e le apparecchiature elettriche.

In poche settimane dall'avvio della grande isola ecologica della città sono oltre 600 cittadini hanno portato rifiuti da riciclare al centro.

Presto sarà possibile conferire anche l'umido.

ARTICOLI RECENTI