AMBIENTE

HomeMagazineTerritorio

La Scala dei Turchi devastata ma non è colpa del maltempo: è stata la mano dell'uomo

Il biglietto da visita della costa Agrigentina e della Sicilia intera: la baia più fotografata dai turisti sembra un campo di battaglia abbandonato tra detriti e resti

Balarm
La redazione
  • 7 novembre 2018

Il maltempo c'entra in maniera relativa: sull'attuale situazione della Scala dei Turchi pesa in primo luogo il passaggio dell'uomo.

La denuncia amara dell'associazione ambientalista Mareamico è chiara: questa, che dovrebbe essere la vetrina turistica della provincia di Agrigento, sembra un vero e proprio campo di battaglia.

Il degrado è ovunque e poi c'è stato pure un nuovo piccolo crollo della marna.

Certamente il vento e il mare grosso degli scorsi giorni hanno peggiorato una situazione che era comunque già grave, ma quella brutta pedana abbandonata e in balia delle onde, la staccionata abbattuta dai visitatori e la mancanza assoluta di controlli, hanno fatto il resto.

Se questo è il bigliettino da visita della nostra provincia, se questa è l'immagine da mostrare ai turisti, significa che dobbiamo cambiare mestiere.

articoli recenti