IDEE

HomeMagazineSalute

Un alimento completo ma da dove arriva? C'è un latte fresco tutto made in Sicily

L'azienda Latterie Siciliane produce latte solamente da pascoli autoctoni, vanta la sostenibilità degli allevamenti e sceglie di usare materiali riciclabili per le confezioni

Balarm
La redazione
  • 27 maggio 2019

*Il latte è considerato da sempre un alimento molto completo perché contiene proteine di alto valore biologico, caratterizzate da aminoacidi essenziali, zuccheri rappresentati principalmente da lattosio e lipidi facilmente digeribili.

Ma avete mai controllato la provenienza del latte che portate sulle vostre tavole? Spesso questo importante alimento è prodotto a centinaia di km lontano dalla Sicilia dove ci sono normative differenti e diversi controlli sulla qualità.

C'è un latte fresco completamente siciliano sincero come la terra su cui nasce. Latterie Siciliane, marchio di Zappalà, che grazie a un continuo lavoro sul territorio finalizzato a valorizzare gli allevatori locali e a selezionare costantemente la migliore produzione di latte fresco da confezionare ogni giorno negli stabilimenti aziendali, è diventata sinonimo di qualità e genuinità nel settore caseario.

Qualità e una genuinità dunque, tutte made in Sicily, con 10.000 litri di latte fresco che ogni giorno vengono lavorati, tutti provenienti da stalle certificate del territorio siciliano.

Oltre a vantare la provenienza interamente siciliana del latte, un altro punto di forza per l'azienda è la materia prima che proviene da pascoli gestiti in modo sostenibile da allevatori adeguatamente retribuiti. A suggellare questo patto di genuinità con i propri consumatori si aggiunge la scelta di usare materiali ecologici e riciclabili per le confezioni. Un latte che fa bene a tutti insomma, dalla terra siciliana, agli allevatori, all'ambiente, e a chi lo consuma.

La linea è disponibile in brick realizzato con carta e colori che rispettano l'ambiente, in bottiglia in pet da un litro e nella classica bottiglia in vetro, comprende latte fresco intero (anche in versione bio) e parzialmente scremato, distinguibili tra loro attraverso un codice cromatico di facile identificazione.

*Contenuto sponsorizzato

articoli recenti