ITINERARI

HomeMagazineTurismo

Una farfalla appoggiata sul mare: Favignana meta perfetta per il relax di primavera

Ad aprile sono tanti i ponti tra Pasqua, il 25 aprile e l'1 maggio: Favignana e le Isole Egadi sono ad un tiro di schioppo da Palermo e facilmente raggiungibili da Trapani

Balarm
La redazione
  • 5 aprile 2018

Uno scorcio di Favignana

Una farfalla appoggiata su un mare cristallino. Così si presenta Favignana che grazie alle sue numerose spiagge e calette insieme alla storia della tonnara Florio e delle tante leggende su quel lembo di terra, fanno di questa Isola una meta ideale per gli amanti del mare.

Con le giornate che si allungano, il sole che riscalda il cuore, il cielo blu di questo periodo, fare un'incursione nelle fantastiche isole Egadi è un toccasana. Lontani dallo strees della città e dalla routine di tutti i giorni, è possibile godere del piccolo paesino, andare a comprare il pane appena sfornato e anche la pizza fatta come quella che farebbe la nonna.

Aprile è un periodo ideale per una vacanza a Favignana con tanti giorni rossi sul calendario e i possibili ponti. Raggiungere l’isola è semplice: da Trapani, grazie ai traghetti Siremar di Caronte & Tourist Isole Minori, potete scegliere una delle tre corse giornaliere e con meno di dieci euro a persona e in soli 55 minuti di traversata il relax è servito. Insomma Favignana è un paradiso accessibile a tutti e a prezzi super convenienti.

Tra le cose che non si possono assolutamente non vedere a Favignana c'è Cala Rossa lambita da un mare turchese nel quale si specchiano le bianche pareti di tufo delle scogliere. A seguire Cala Azzurra con le sue acque che riflettono il cielo. Lido Burrone, con le sue sabbie bianche. Punta Sottile, luogo ideale per ammirare il profilo delle Egadi al tramonto. Le grotte del Bue Marino colme di pesci. La Plaia, vicina al centro abitato e all’elegante Stabilimento Florio, la famiglia che con le mattanze dei tonni diede prosperità alle Egadi.

L'interno dell'isola offre anche affascinanti escursioni come la scoperta del Monte Santa Caterina e dell'antica fortezza spagnola. Da non perdere anche le Grotte di San Nicola (importante testimonianza della presenza dell'uomo preistorico) e il bagno delle donne, un insieme di vasche d'acqua calda alimentate da canali sottomarini risalenti all’antica Roma.

Se invece preferite andare alla scoperta delle Egadi ad agosto, ricordate che il 14 e 15 agosto, sia a Favignana che a Marettimo ha luogo la suggestiva processione di barche in mare in occasione dell’assunzione della Vergine Maria.

articoli recenti