MOSTRE D'ARTE

HomeEventiMostre D'arte

"Cara Palermo...": la mostra pittorica di Claudio Cionini alla galleria d'arte Lupo'Art

  • Lupo 'Art - Palermo
  • Dal 30 ottobre al 30 novembre 2021
  • Visitabile dal martedì al sabato, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 19.45
  • Gratuito
  • Info e prenotazioni ai numeri 349 6288569 e 091 2732691
Balarm
La redazione

L'opera "Chiesa del Carmine" di Claudio Cionini

La galleria d'arte contemporanea Lupo'Art, in via Terrasanta 56 a Palermo, ospita la mostra pittorica di Claudio Cionini, intitolata "Cara Palermo...", visitabile fino al 30 novembre.

Cupole solitarie, ritmiche e replicate, come minareti. La Cala e il Porto custoditi e protetti nella tensione di un ravvicinatissimo e impensabile incontro fra paesaggi opposti: il severo romanticismo dei monti e l’esistenziale libertà totale del mare. Palme in contesto cosmopolita e piazze arse dall’asciutta aria pomeridiana che ne consacra in eterno le molte memorie.

L’animato mercato di Ballarò, quasi implicito nelle strette e dense atmosfere vitali del centro, e quello della Vucciria, il più famoso d’Italia, solo citato nelle intense e simboliche tende rosse dei mercanti e ben diverso da quello di Guttuso che entrava dentro il mercato stesso, ma ne lasciava, comunque, sospeso l’enigma.

Con la consueta e spettacolare apertura di campo che sfida l’infinito, al ritmo di moduli cezanniani in contesto postmoderno, pervasi da un’antica luce ritmicamente diffusa, il pittore dei paesaggi industriali Claudio Cionini porta le sue capacità di sintesi alla ricerca dell’anima dell’organismo autonomo (Diego Alfano) forse più complesso: Palermo. Dal cuore archeologico della città alle trasfigurazioni in astrazione dell’immensa metropoli.
 
Mostra così tutte le sue anime eterne la capitale dell’isola scaldata dai riverberi esotici d’Africa, ma anche culla dei "freddi" dominatori Normanni dal Nord Europa. La città che più di ogni altra tramanda il suo mestiere di polis, metropoli che mantiene il calore delle sue atmosfere antichissime – e anche più recentemente retrò - che ancora ne definiscono le diverse identità sottese di cui è straordinaria sintesi.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE