VISITE ED ESCURSIONI
HomeEventiVisite ed escursioni

Dai giardini arabi alle grotte "abitate": le visite nei due borghi (pazzeschi) di Trapani

  • Custonaci - Custonaci (Tp)
  • Calatafimi-Segesta - Calatafimi-Segesta (Tp)
  • Dal 10 al 26 maggio (solo venerdì, sabato e domenica)
  • Consulta gli orari nel sito
  • 3 euro (visita singola), 10 euro (4 visite), 18 euro (10 visite), 6 euro (passeggiate)
  • Coupon acquistabili online sul sito web de Le Vie dei Tesori o negli infopoint allestiti in ciascun borgo oppure scaricando gratuitamente la APP "Le Vie dei Tesori" (versione Android e versione iOS). Per maggiori informazioni chiamare il numero 091 8421309 (tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 18.00). È fortemente consigliata la prenotazione
Balarm
La redazione

La Grotta Mangiapane a Custonaci

Tra le rovine, i vigneti e i giardini arabi ritrovati di Calatafimi-Segesta fino alla "terra di marmi e di madonne" com'è definita Custonaci, paese noto anche per le sue grotte "abitate". 

Nel Trapanese ci sono due dei luoghi più interessanti da visitare grazie alla nuova edizione dei Borghi dei Tesori Roots Festpromosso dalla Fondazione Le Vie dei Tesori in collaborazione con tutti i Comuni e con l’Ufficio Scolastico Regionale, ed è sostenuto da IGT e dalla Fondazione Sicilia.

Tre week end - dal 10 al 26 maggio - secondo la formula rodata delle Vie dei Tesori, durante i quali i borghi (46 gli aderenti in giro per la Sicilia) apriranno e animeranno i "tesori di famiglia". 

Calatafimi Segesta è stata tra i protagonisti della nascita dell’Unità d’Italia, ma ospita anche uno dei siti archeologici più importanti del Mediterraneo.
Adv
Il borgo invece vive la sua quotidianità operosa, sorto nel XII secolo intorno al Castello Eufemio, antica roccaforte bizantina, mentre il nome le arriva dall’arabo Kalat al Fimi. Ospita chiese splendide e la casa dove dormì Garibaldi, si scoprono gli artigiani, ci si incammina nel bosco Angimbè, nei giardini della Kaggera, un Eden incontaminato che accoglie antichi mulini, i giardini di arance, l’antico lavatoio del lino di contrada Canale e le zachie arabe.

Calatafimi ha vinto la prima edizione del Premio Borghi dei Tesori con il progetto di restauro dell’antico orologio della Matrice. Da non perdere il concerto al tramonto nell’Eremo del Giubino (sul sito web del festival il programma completo di Calatafimi-Segesta). 

A Custonaci invece è nato il Perlato di Sicilia, particolarmente amato negli Emirati: le cave in attività sono ancora un centinaio e una cinquantina gli opifici industriali. E si visiteranno durante il festival.

Ma è tutto il territorio ad essere una scoperta naturalistica continua, a partire dalle grotte preistoriche di Scurati, vere e proprie fenditure nella roccia, abitate fino al 1958. Nella Grotta Mangiapane viene allestito il più bel presepe vivente di Sicilia.

Nel santuario di Custonaci è conservato un dipinto a olio, avvolto da uno splendido impianto barocco. Leggenda vuole che questa Madonna con il Bambin Gesù, viaggiasse su una nave francese che venne colpita da un’atroce tempesta: solo l’invocazione alla Madonna permise all’equipaggio di scampare al naufragio e rifugiarsi nel golfo del Cornino. 

Alla Madonna di Custonaci è per esempio dedicata l'interessantissima passeggiata urbana "La Madonna che venne dal mare", un tour che parte dal santuario e si snoda lungo un percorso naturalistico davvero incantevole che si affaccia tra il golfo di Bonagia e la riserva di Monte Cofano (Sul sito del festival il programma completo di Custonaci). 

COME PARTECIPARE
Le Vie dei Tesori ha messo a disposizione dei festival dei Borghi l’efficienza di una rete già consolidata e l’esperienza organizzativa.

Anche Borghi dei Tesori Roots Fest è una rassegna smart e digitale, con un unico coupon valido per le visite in tutti i luoghi – una media di cinque siti per ciascun borgo, senza contare esperienze passeggiate che richiedono un coupon dedicato - che apriranno le porte.

Come nel Festival delle città, un coupon da 18 euro varrà per 10 visite, un coupon da 10 euro per 4 visite.

Passeggiate ed esperienze avranno coupon a parte e si consiglia fortemente la prenotazione, soprattutto per le degustazioni. I coupon saranno disponibili sulla piattaforma delle Vie dei Tesori e in un infopoint in ciascun borgo.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE