FESTIVAL E RASSEGNE

HomeEventiFestival E Rassegne

Il palco al Foro Italico, installazioni e opere d'arte: Palermo ricorda la Strage di Capaci, il programma

  • Vari luoghi - Palermo
  • Dal 19 al 23 maggio 2022 (evento concluso)
  • Consulta il programma nell'articolo
  • Gratuito
Balarm
La redazione

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino (foto di Tony Gentile)

Non c'è la nave della legalità e non c'è nemmeno il corteo.

Ormai da due anni, causa pandemia, le celebrazioni del 23 maggio hanno subito una trasformazione che non impedisce però alla città - seppur in modo diverso rispetto agli precedenti - di ricordare il sacrificio di Giovanni Falcone e di tutte le vittime della mafia.

Il programma organizzato quest'anno dalla Fondazione Falcone prevede infatti un ricco calendario di iniziative, convegni e appuntamenti che seguono il filo rosso dell'arte.

Nel trentesimo anniversario delle Stragi di Capaci e via D'Amelio la città si riempie di installazioni e opere d'arte, portando il cuore pulsante delle celebrazioni nel palco speciale allestito sul prato del Foro Italico.  

Ecco il programma completo delle iniziative organizzate dalla Fondazione Giovanni Falcone.

19 maggio
Previsti gli allestimenti speciali delle opere d’arte del progetto Spazi Capaci + Comunità Capaci



20 maggio
In mattinata ai Quattro Canti di Palermo viene installata l’opera dell’artista vicentino Arcangelo Sassolino dal titolo Elisa. In collaborazione con la Fondazione Federico II.

Nel pomeriggio, nel complesso monumentale di Santa Maria dello Spasimo, viene installata “Il trionfo della memoria” di Peter Demetz, una colossale pala d’altare laica che raffigura il ritratto di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

21 maggio
ore 10.00
A Villa Igiea si tiene il convegno organizzato da Confcommercio dal titolo “Il ruolo delle rappresentanze d’impresa contro la criminalità a 30 anni dalle stragi di mafia”. Introdurrà i lavori, presieduti dalla vice – presidente incaricata per la Legalità e la Sicurezza, Patrizia Di Dio, la presidente della Fondazione Falcone Maria Falcone. Interverranno, tra gli altri, il presidente del tribunale di Palermo Antonio Balsamo e la procuratrice generale di Palermo Lia Sava.

Nel pomeriggio, sempre nel complesso monumentale di Santa Maria dello Spasimo, viene installata una scultura colossale: "L’albero dei tutti", di Gregor Prugger, un abete di oltre quindici metri per oltre nove di ampiezza dove per ogni ramo è innestata una gemma, una scultura originale che rappresenta realisticamente e simbolicamente oltre quattrocento caduti nella lotta alla mafia.  

22 maggio 
ore 6.00
A Capaci, all’imbocco del tunnel, sotto l’autostrada, in cui la mafia piazzò il tritolo usato per l’attentato a Falcone, alla moglie e alla scorta, l’artista Gerald Moroder inaugura la sua opera “Risorto da combattimento”.

ore 10.00
Dal golfo di Sferracavallo partirà la regata "Per non dimenticare" dedicata a tutte le vittime della mafia e organizzata dalla Fondazione Falcone e dal Circolo Velico Sferracavallo che coinvolgerà tutti i circoli velici siciliani e i ragazzi della scuola vela.

Al mattino, nel container degli italiani sul palco speciale allestito al Foro Italico destinato a simboleggiare l’unità del Paese, viene affissa la foto storica originale di Tony Gentile che ritrae Giovanni Falcone e Paolo Borsellino vicini e sorridenti.

ore 18.00
Al Foro Italico si svolge la manifestazione organizzata da La Repubblica “1992-2022 30 Anni dalle Stragi Falcone e Borsellino”. Sono previsti gli interventi di Lirio Abbate, Stefania Auci, Carlo Bonini, Maurizio De Lucia Mario Di Caro, Maria Falcone, Piero Grasso, Leo Gullotta, Carmelo Lopapa, Maurizio Molinari, Salvo Palazzolo, Pif, Salvo Piparo, Stefania Prestigiacomo, Giuseppe Provenzano, Conchita Sannino.

ore 20.00
Nel complesso di Santa Maria dello Spasimo esibizione della Banda della Polizia.

In serata si chiude il "pellegrinaggio" laico dell’installazione "Branco" dell’artista Velasco Vitali, cinquantaquattro cani a dimensione reale realizzati coi materiali dell’edilizia abusiva, che troverà esito negli spazi monumentali della Basilica di San Domenico, dove è sepolto il giudice Giovanni Falcone. Il progetto, in tutte le sue fasi, è stato sostenuto dalla Fondazione Federico II. 

23 maggio
Dalle 10.00 alle 11.30
Sul palco speciale allestito al Foro Italico di Palermo parteciperanno alla giornata dedicata alle commemorazioni e alla promozione sociale della memoria del XXX anniversario della strage di Capaci il Capo dello Stato Sergio Mattarella, la presidente della Fondazione Falcone Maria Falcone, esponenti delle istituzioni come i ministri dell’Istruzione Patrizio Bianchi, dell’Interno Luciana Lamorgese, della Giustizia Marta Cartabia, dell’Università Maria Cristina Messa, degli Esteri Luigi Di Maio e il capo della Polizia Lamberto Giannini, il procuratore nazionale antimafia Giovanni Melillo, il procuratore di Roma Francesco Lo Voi.

Nel corso della cerimonia, che sarà trasmessa in diretta da Rai1, agli interventi istituzionali si alterneranno i racconti di alcuni dei protagonisti dei tragici giorni degli attentati del ’92, come i componenti della squadra dei Vigili del Fuoco che, per primi, arrivarono sul luogo della strage a Capaci e gli interventi di esponenti del mondo della cultura, come Alfonsina Russo, direttrice del Parco Archeologico del Colosseo che testimonierà l’importanza della cultura nella battaglia sociale per la legalità e di altri testimoni di riscatto civile e di impegno come Selima Giuliano, Sovrintendente alle Belle Arti di Palermo, figlia di Boris Giuliano, il vicequestore ucciso dalla mafia tra i primi a intuire i legami economici tra Cosa nostra siciliana e i clan americani e un rappresentante di Addiopizzo. 

ore 12.00
Nel complesso monumentale dello Spasimo, nel quartiere Kalsa e a meno di trecento metri dal palco centrale, si svolgerà il convegno organizzato dal Ministero degli Esteri sul “Programma Falcone-Borsellino”, iniziativa italiana per il contrasto al crimine nei Paesi latinoamericani e caraibici. Parteciperanno il ministro degli Esteri Di Maio ed esponenti delle forze di polizia di numerosi Paesi centro e sudamericani. 

Dalle 12.30 alle 20.15
Dal palco centrale del Foro Italico si alterneranno le testimonianze civili e culturali di partner del progetto della Fondazione Falcone, di artisti dello spettacolo, di esponenti del mondo del giornalismo, del lavoro, come il segretario generale della CISL Luigi Sbarra, delle imprese, della scuola, dell’antimafia come Don Luigi Ciotti. Prevista la partecipazione di Gianni Morandi, Malika Ayane, Matteo Romano, Giovanni Caccamo, Brass Group, Lidia Schillaci, Picciotto e LSDA, Mario Incudine, Frankie Hi Nrg, Othello, dell’artista Paolo Belli e dell’attore teatrale Alessandro Ienzi. 

Dalle 17.00 alle 18.00
Albero Falcone
In attesa del momento dell’esplosione di Capaci, come ogni anno la città e la comunità si ritroveranno sotto l’Albero Falcone che si trova avanti a quella che fu la casa di Giovanni Falcone. È prevista l’esibizione, tra gli altri, di personaggi del mondo della musica come Gianni Morandi, Giovanni Caccamo, Malika Ayane e Matteo Romano e dello spettacolo come I Sansoni e Roberto Lipari. Saranno presenti, tra gli altri, Maria Falcone e il presidente della Camera Roberto Fico.

Alle 17.58, ora della strage, un trombettista della Polizia di Stato suonerà il Silenzio in onore delle vittime e verranno letti i nomi dei caduti negli attentati di Capaci e di Via d’Amelio. L’evento sarà seguito da dirette social sulle pagine FB e Instagram

ore 19.00
Viene celebrata la Santa Messa per le vittime della Strage di Capaci nella Chiesa di San Domenico a Palermo.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE