TEATRO E CABARET

HomeEventiTeatro E Cabaret

L'Agamennone alza il sipario del Teatro Greco: il dramma di Eschilo apre la stagione 2022 a Siracusa

  • Teatro Greco di Siracusa - Siracusa
  • Dal 17 al 31 maggio, dal 2 al 12 giugno e il 5 luglio 2022
  • 19.00
  • Da 28 a 55 euro
  • Biglietti e abbonamenti acquistabili online sul sito della Fondazione Inda e su Ticketone. Info al numero 0931 487248 (dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00) o scrivendo un'email a biglietteria@indafondazione.org  
Balarm
La redazione

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Davide Livermore e Sax Nicosia durante le prove di "Agamennone" (foto di Franca Centaro"

Riparte la nuova stagione delle tragedie al Teatro Greco di Siracusa che, dopo due anni di limitazioni dovute alla pandemia, tornerà finalmente alla capienza piena con 45 serate all’insegna dell’arte e della cultura.

La Fondazione Inda dà così il via alla 57° stagione con cinque spettacoli che vanno in scena dal 17 maggio al 9 luglio 2022.

Ad alzare il sipario della stagione 2022 è Davide Livermore alla regia di "Agamennone", nella nuova traduzione di Walter Lapini. Lo spettacolo va in scena dal 17 maggio al 5 luglio con il seguente calendario: dal 17 al 31 maggio, dal 2 al 12 giugno e il 5 luglio.

«Avere la straordinaria occasione di dirigere l’Agamennone di Eschilo – sono le parole di Livermore - significa accogliere la sfida di partire dall’archetipo per porre le premesse che, in maniera "irrefrenabile", verranno sviluppate negli altri due drammi della trilogia.

In quanto archetipo, l’Agamennone eschileo corrisponde alla definizione stessa di “classico”: qualcosa che è esemplare sin dal momento della sua creazione, ma sempre vibrante ed estremamente attuale, motivo per cui va restituito in tutta la sua possanza e forza con un lavoro di altissima filologia».



Il protagonista è il reduce che non ritrova nella sua casa nulla di ciò che aveva lasciato e che si aspettava, re arrogante, dal destino segnato. Il dramma apre la trilogia "Orestea".

Nella reggia di Argo, un sistema di fuochi avverte che Troia è stata presa. Si attende con ansia il ritorno di Agamennone, preceduto da un araldo che narra le fatiche della guerra e il faticoso ritorno. Clitennestra da tempo prepara l’assassinio del marito, che le aveva sacrificato la primogenita.

Agamennone entra in scena portando con sé la concubina Cassandra, che profetizza l’imminente regicidio senza essere creduta. Viene scannata insieme al re da Clitennestra che prende il potere accanto all’amante Egisto.

Nel cast Sax Nicosia (Agamennone), Laura Marinoni (Clitennestra), Stefano Santospago (Egisto), Linda Gennari (Cassandra), Maria Grazia Solano (Sentinella), Olivia Manescalchi (Messaggero), Gaia Aprea (Corifea), Maria Laila Fernandez, Alice Giroldini, Marcello Gravina, Turi Moricca, Valentina Virando (coro), Carlotta Messina e Maria Chiara Signorello (Ifigenia), Margherita Vatti (Elettra), Giuseppe Fusciello (Oreste), Diego Mingolla e Stefania Visalli (pianisti).

Le scene sono di Livermore e Lorenzo Russo Rainaldi, i costumi di Gianluca Falaschi, le musiche di Mario Conte, il disegno luci di Antonio Castro, regista assistente è Giancarlo Judica Cordiglia, costumista assistente Anna Missaglia, seconda assistente alla regia Aurora Trovatello.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE