VISITE ED ESCURSIONI
HomeEventiVisite Ed Escursioni

Le "albe liriche" al Parco di Selinunte: alla scoperta della storia tra musica e magia

  • Parco Archeologico di Selinunte - Castelvetrano (Tp)
  • 17 e 21 agosto 2022 (evento concluso)
  • Ore 4.40 (il 17 agosto), ore 4.30 (il 21 agosto)
  • 22 euro (intero), 29 euro (6-18 anni), gratuito (disabili, minori di 6 anni)
  • I ticket sono in vendita sul sito di Coopculture. È consigliato effettuare l’accesso al sito almeno 20 minuti prima dell’inizio delle visite 
Balarm
La redazione

Parco archeologico di Selinunte

Un'esperienza imperdibile quella proposta dal parco archeologico di Selinunte. Due mattine all'alba, indimenticabili. Mercoledì 17 agosto e domenica 21 agosto, quattro voci liriche, con fiati, percussioni e piano, affronteranno al nascere del sole, celebri arie, canzoni popolari.

Assistere al sorgere del Sole è una esperienza forte che si trasforma in una emozione unica ed irripetibile quando avviene in un luogo storico di grande potenza evocativa quale è Selinunte, il sito archeologico greco che proprio in questi giorni ha restituito l’Agorà più grande finora conosciuta e amuleti, gioielli e strumenti della quotidianità che iniziano a svelare fitti misteri.

E proprio qui, l’Alba apre le sue porte: sul magnifico scenario del Mediterraneo Greco e dai confini africani dove, tra templi, colonne doriche, riflessi naturali che si stagliano sul mare, in una natura incontaminata tra profumati eucalipti e ombrose tamerici, al risveglio della natura si potrà camminare al sorgere del sole guidati da un archeologo mentre la musica, da sempre potenza dell’uomo risveglia la natura, la storia, l’archeologia ed i visitatori che avvolti dalla narrazione si muovono al passo delle note musicali dei motivi più celebri, quelli che hanno fatto la storia e quelli dell’Opera.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE