PRESEPI
HomeEventiPresepi

Museo della Sicilianità: a Palermo c'è un presepe (satirico) unico nel suo genere

  • Villa Adriana - Palermo
  • Dall'1 al 31 dicembre 2023 (solo venerdì, sabato e domenica) (evento concluso)
  • Visitabile da venerdì a domenica, dalle ore 10.00 alle 14.00 (ultimo accesso alle 13.00) e dalle 15.00 alle 18.00 (ultimo accesso alle 17.00)
  • 9 euro (intero), 7 euro (gruppi di minimo 10 persone), 5 euro (gruppi scuola), gratuito (bambini da 0 a 10 anni)
  • Per le prenotazioni delle visite chiamare il 388 8199946 e 366 3198404. Maggiori informazioni sul sito web del Museo della Sicilianità
Balarm
La redazione

Un'immagine del Presepe Satirico all'interno del Museo della Sicilianità a Villa Adriana a Palermo

Palermo nella storica Villa Adriana è possibile visitare un presepe unico nel suo genere dove il racconto ha quel gusto ironico che rende percepibile la bellezza tutta siciliana.

Parliamo del Presepe satirico siciliano di Giacomo Callari, un progetto artistico creato dal mecenate, da sempre innamorato della Sicilia, che ha ideato e creato anche il "Museo Didattico della Sicilianità".

All'interno di Villa Adriana infatti si trova un museo unico al mondo che custodisce una raccolta di oltre 700 opere d'arte commissionate da Giacomo Callari.

Si tratta di opere che raccontano la Sicilia in chiave satirica spaziando tra molteplici tematiche che hanno dipinto questa terra così amata, contesa e a volte contradditoria .

Non è soltanto un viaggio fra le sue bellezze naturali raffigurate magistralmente, ma un percorso fra le sue mille e antiche tradizioni: da quelle contadine a quelle religiose, da quelle popolari a quelle folkloristiche.

Adv
Tra queste, c'è anche il presepe satirico che è collocato su uno degli scaloni di Villa Adriana, lungo circa 20 metri, e posizionato sopra un tappeto rosso.

La cura dei dettagli, la verve nel dipingere i soggetti e l'ironia di personaggi riconoscibili dai siciliani per espressioni e movimenti, lo rendono un vero capolavoro d'arte che vale la pena visitare

Il presepe offre ai visitatori una prospettiva quanto mai originale ed è visitabile dall'1 al 31 dicembre 2023 (tutti i venerdì, sabato e domenica, dalle ore 10.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 18.00).

"L'arte del buonumore in Sicilia" è il tema rappresentato dalle sculture, realizzate con maestria da Silvia Chiarello secondo l'antica tradizione siciliana della lavorazione della creta dura lasciata essiccare all'aria.

Il presepe è composto da circa 70 sculture coloratissime, alte tra gli 80 e i 100 centimetri, che formano una sorta di caleidoscopio tridimensionale e da circa 70 opere pittoriche di Antonio Chiarello che raffigurano scenette di vita siciliana, impregnate di genuina ironia.

La combinazione tra sculture e opere pittoriche offre una visione di insieme satirica sui vari aspetti della vita.

Il risultato è un'opera d'arte e di fede, ma anche una rievocazione storica e una rappresentazione del contemporaneo che mescola elementi sacri e profani che parlano della Sicilia.

Sono rappresentati nuovi e vecchi mestieri tra cui, i venditori di "pani ca meusa" e di formaggi, gli arrotini e i musicanti oltre che improbabili arcangeli rappresentati come suonatori jazz.

La Trinacria ha il volto di una ragazza siciliana che simboleggia la stella cometa posta sopra la "sacra famiglia", da un bue e un asinello con cravatta che hanno un atteggiamento gioioso.

C'è poi il bambinello, un po' cresciutello, che vuole partecipare ai giochi che i bambini hanno messo davanti a lui, invitandolo a partecipare.

E ancora, i Re Magi, che hanno affrontato il viaggio a bordo dei vespini 50, vogliono rappresentare in modo ironico i nuovi mestieri dei "Compro oro" o di chi si pone il dilemma "sarà birra o mirra?".

All'interno del museo è allestito una esposizione di prodotti alimentari della Cooperativa sociale onlus Rossa Sera patner con la Coop Sicilia "l'isola dei Tesori" con il progetto "Ricoltiviamo" che prevede l'inclusione sociale di disabili, sostenuto dalla "Fondazione con il Sud e "Enel Cuore".

Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE