FESTIVAL E RASSEGNE

HomeEventiFestival E Rassegne

"Music for life": i concerti (gratuiti) a Palazzo Branciforte, il calendario della rassegna

Balarm
La redazione

Julia Rinderle

Con lo scopo di rinnovare un appuntamento culturale molto apprezzato dai cittadini e dai tanti turisti che arrivano a Palermo nel periodo estivo, la Fondazione Sicilia al fine di dare continuità all’iniziativa, ha deciso di promuoverne, anche quest’anno, la quarta edizione dei Concerti di Palazzo Branciforte.

La rassegna di quest’anno si ispira allo stesso format già consolidato nelle edizioni precedenti, offrendo nove appuntamenti di musica classica con artisti provenienti da diverse città europee e si svilupperà dal 24 luglio fino all’11 settembre, alle ore 21.00.

Gli eventi hanno come protagonista il pianoforte solista e concerti cameristici in Duo.

Il programma (consultabile anche sul sito web di Palermo Classica) abbraccia brani della letteratura musicale che va dal '700 al '900, contemplando autori famosi al grande pubblico.

24 luglio 
Julia Rinderle (piano)
Musiche di Beethoven, Clara Schumann, Chopin e Robert Schumann
Adv
31 luglio 
Violina Petrychenko (piano) e Inna Fedorii (soprano)
Musiche di Kosenko, Gershwin e Verdi

6 agosto 
Jiyeong Mun (piano)
Musiche di Scriabin

12 agosto
Marie Rosa Günter (piano)
Musiche di Chopin, Poulenc e Robert Schumann

18 agosto 
Silvia Leggio (piano) e Domenico Calia (clarinetto)
Musiche di Weber, Debussy, Saint-Saëns e Poulenc

24 agosto 
Weiyin Chen (piano)
Musiche di Mozart, Bach, Busoni, Robert Schumann, Liszt e Brahms

30 agosto 
Anton Rosputko (piano) ed Elisso Gogibedaschwili (violino)
Musiche di Mozart, Profokiev, Brahms e Ravel

5 settembre 
Rexa Han (piano)
Musiche di Byrd, Scarlatti, Hässler, Chopin, Liszt e Morricone

11 settembre 
Alberto Chines (piano)
Musiche di Bach, Bartók e Beethoven
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE