MOSTRE
HomeEventiMostre

Opere di Leonardo Fisco e nuove donazioni: la mostra delle Orestiadi di Gibellina

  • Fondazione Orestiadi - Gibellina (Tp)
  • Dal 14 gennaio al 24 marzo 2024 (evento concluso)
  • Visitabile dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00
  • Gratuito
Balarm
La redazione

Particolare dell'opera "Composizione con piatto bianco" di Guido Baragli

Nella ricorrenza del devastante terremoto del Belice del 1968, la Fondazione Orestiadi come di consueto ne celebra la memoria nel segno dell'arte e della cultura.

Domenica 14 gennaio alle 11.00 al Baglio Di Stefano si inaugura la mostra "Materia e colore" di Leonardo Fisco, e si rinnova l'appuntamento annuale con la presentazione delle nuove donazioni fatte all'istituzione siciliana, e delle opere realizzate dagli artisti in residenza. 

Quest'anno i protagonisti sono Pietro Asaro, Guido Baragli, Elio Bianco, Alessandra Calò, Crescenzio Cane, Elio Cassarà, Florinda Cerrito, Gaetano Cipolla, Solveig Cogliani, Costanza Ferrini, Houda Kassatly, Filippo La Vaccara, Giulio Piscitelli, Carla Sutera Sardo, Max Serradifalco, Croce Taravella, Samantha Torrisi, Annamaria Tosini, Giovanni Valenza e Katerina Velliou.

Questa ricorrenza non è solo l'occasione per la rammemorazione di un tragico evento ormai lontano e del quale rischia di sfumare il ricordo. 

Con le manifestazioni annuali si vuole tornare alla fonte originaria dalla quale è scaturita la costruzione della Nuova Gibellina nel segno dell'arte, inizio di un percorso culturale ormai molto lungo.

Un modo per ricordare che l'arte rappresenta il collante migliore delle comunità del Belìce, e di Gibellina in particolare.

La mostra "Materia e colore" di Leonardo Fisco resta visitabile fino al 18 febbraio, dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

La mostra delle opere donate resta visitabile, negli stessi giorni e orari, fino al 24 Marzo.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE