APERITIVI, PRANZI E CENE

HomeEventiAperitivi, Pranzi E Cene

Pizza, vino e musica al "Wine Biga": l'evento nella nuova isola pedonale di Palermo

Balarm
La redazione
Un abbinamento che non ti aspetti e che vuole a sfatare il mito culinario per eccellenza: e se il connubio perfetto fosse pizza e vino?

Per scoprire quanto è vero basta aprirsi ai nuovi mondi enogastronomici proposti in occasione di “Wine Biga - E tu che vino sei?”, il 15 dicembre dalle 18.30 nel locale di via Emerico Amari 127-129, nella zona della nuova isola pedonale di Palermo.

Abbinamenti insoliti e particolari grazie alla partnership con “Vinhood” che si avvale di abili sommelier, esperti innovatori del gusto per andare a caccia di un'esperienza divertente e personalizzata alla scoperta di eccellenze gastronomiche.

Il trucco sta nel corretto abbinamento di sapori e odori: le pizze bianche si accostano bene con vini tendenzialmente acidi e non eccessivamente invecchiati, mentre le pizze a base rossa sono da abbinare a vini bianchi.

Ma occhio alle temperature: le pizze o le focacce calde attenuano i sapori principali dei loro condimenti, quindi è di gran lunga consigliabile scegliere un vino con una temperatura piuttosto bassa, intorno ai 10 gradi.



Invece i vini con una temperatura moderatamente più alta, tra i 12 e i 14 gradi, esaltano i sapori delle pizze servite fredde.

Una ricerca tra i sapori per scoprire che “carattere gustativo” viene associato alla nostra persona e che trancio di pizza abbinare per creare il connubio perfetto.

Per assaggiare un trancio di "Street Pizza" e due calici di vino bastano 12 euro.

Aderiscono all’iniziativa le aziende “La Chiusa”, “Dei Principi di Spadafora”, “Rallo”, “Andreola - Valdobbiadene Docg”, “Cusumano”, “Il Paluffo Tuscan Villa”, “@Siquelia Wine” e “Lisciandrello”.

Ad accompagnare la degustazione la musica selezionata dai dj Vincenzo Callea e Luca Lento di Pl4tform.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE