TEATRO E CABARET

HomeEventiTeatro E Cabaret

Vinicio Capossela, Sergio Rubini e Virgilio Sieni: gli omaggi a Dante per le Orestiadi di Gibellina

  • Fondazione Orestiadi - Gibellina (Tp)
  • Dal 5 al 7 agosto 2021 (evento concluso)
  • Consulta il programma nell'articolo
  • 15 euro (intero), 10 euro (ridotto), 70 euro (abbonamento, esclusi spettacoli del 5 e 7 agosto)
  • Biglietti acquistabili esclusivamente online. Info al numero 0924 67844 o all'email festival@orestiadi.it
Balarm
La redazione

Sergio Rubini

La 40esima edizione delle Orestiadi di Gibellina arriva al termine con l'ultimo week end di spettacoli, dal 5 al 7 agosto. 

Parlando di ricorrenze culturali e di simboli di rinascita, non si poteva non ricordare l’incredibile opera di Dante nel settecentesimo anniversario dalla sua morte.

Nasce così “La Nuova Commedia” ovvero un percorso artistico inedito ispirato all’opera di Dante grazie a tre grandi artisti del nostro tempo.

Virgilio Sieni con Paradise Now#Gibellina, un viaggio performativo che si conclude nello spazio senza tempo della felicità; Sergio Rubini con La Vita Nuova, la prima opera di attribuzione certa di Dante Alighieri, che l’artista rilegge, racconta, reinterpreta.

Per chiudere con Vinicio Capossela e la sua Bestiale Comedìa, un viaggio tra parola e musica nell’opera dantesca, per ricordare e festeggiare Dante Alighieri al Cretto di Burri. 

Ecco gli appuntamenti in programma dal 5 al 7 agosto.



Giovedì 5 agosto
19.00
Paradise Now#Gibellina
Lo spettacolo, con la regia e coreografia di Virgilio Sieni, vede sul palco gli unterpreti: Jari Boldrini, Nicola Cisternino, Giulio Petrucci, Maurizio Giunti, Andrea Palumbo, con la partecipazione di danzatori, artisti e cittadini e dei musicisti del Conservatorio di Trapani.

Musica eseguita dal vivo da Andrea Lovo (percussioni e oggetti), Giacomo Ferrigato (chitarra preparata), TJ Scratchavite (scratch su mangianastri).

Il Cretto di Burri accoglierà e guiderà la coreografia pensata per un quintetto di danzatori e una comunità di cittadini che si alterneranno in un dialogo di gesti meditati e respirati: sarà il suolo nuovamente tracciato da passi intesi come piantumazioni di un giardino immaginario.

Il Paradiso di Dante ricompone il corpo secondo una lontananza che è propria dell’aura, un luogo definito dal movimento, da ciò che è mutevole. Un viaggio che si conclude nello spazio senza tempo della felicità.

Venerdì 6 agosto
19.00
La vita nuova, riletta, raccontata, interpretata da Sergio Rubini

È la prima opera di attribuzione certa di Dante Alighieri, scritta tra il 1292 ed il 1295.  Si tratta di un prosimetro nel quale sono inserite 31 liriche (25 sonetti, 1 ballata, 5 canzoni) in una cornice narrativa di 42 capitoli.

In occasione del settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri Sergio Rubini ne da una lettura del tutto originale, un progetto inedito che nasce in Sicilia, per risuonare sul Cretto di Burri, incredibile opera di Land art costruita sulle macerie della città vecchia distrutta dal terremoto, anche grazie alla tessitura musicale costruita intorno alla parola da G.U.P. Alcaro con le sue sonorità elettroniche e dalla chitarra elettrica di Paolo Spaccamonti.

Sabato 7 agosto
18.45
Vinicio Capossela, concerto dantesco Bestiale Comedìa

Gli anniversari offrono l’occasione di misurare il tempo che passa e i mutamenti che porta, ma offrono anche l’opportunità di valutare il tempo che non è passato e ciò che è restato immutato, in modo da poterlo riscattare.

Quest’anno che ricorre il settecentesimo della morte di Dante Alighieri, è dunque parso naturale che Vinicio Capossela, artista che da tempo orienta la sua ricerca alla riattualizzazione di figure e motivi antichi fuori delle ingiunzioni dell’attualità, abbia pensato un progetto che dal confronto con la Divina commedia tragga punti d’orientamento per una navigazione dantesca nel proprio repertorio.

Se quello di Dante è infatti un viaggio tra i morti per salvare i vivi, la Bestiale Comedìa, vuol essere un itinerario nell’immaginazione musicale e letteraria per redimere il reale dallo smarrimento in cui sembra gettato.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE