Start up e impresa

HomeInformagiovaniStart up e impresa

"Smart&Start": fino a 1,5 milioni di euro per le start up più tecnologiche del Sud Italia

La misura finanzia progetti compresi tra 100 mila euro e 1,5 milioni di euro, coprendo i costi di investimento e le spese di gestione attraverso una misura a debito a tasso zero

  • 28 novembre 2019

Anche la Sicilia è tra le regioni selezionate da Invitalia per ottenere finanziamenti e agevolazioni a sostegno della realizzazione di giovani start up innovative nel settore tecnologico.

Il nuovo bando "Smart&Start" di Invitalia intende tamponare il fenomeno della fuga di cervelli all’estero: si tratta di una misura a supporto della nascita e della crescita di start up innovative ad alto contenuto tecnologico, per stimolare l’incremento di una nuova cultura imprenditoriale legata all’economia digitale e valorizzare i risultati della ricerca scientifica e tecnologica.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la legge bilancio 2017, ha rifinanziato la misura con ben 95 milioni di euro, 45,5 dei quali sono stati messi a disposizione dal Pon Imprese e Competitività 2014-2020. La misura finanzia progetti compresi tra 100 mila euro e 1,5 milioni di euro, coprendo i costi di investimento e le spese di gestione attraverso una misura a debito a tasso zero.

Il bando prevede infatti: un mutuo a tasso zero fino al 70% del totale del progetto di investimento presentato (la percentuale può essere incrementata fino all’80% se la startup è costituita esclusivamente da donne o da giovani sotto i 35 anni, oppure se al suo interno c’è almeno un italiano con dottorato di ricerca che lavora all’estero e vuole tornare in Italia), e un contributo a fondo perduto pari al 20% del mutuo, solo per le start up residenti nelle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

La procedura per l’accesso alle agevolazioni è completamente informatizzata: è necessario infatti registrarsi sulla piattaforma dedicata ai servizi online di Invitalia, procedendo poi alla compilazione online della domanda, caricando il business plan e la documentazione da allegare. Per concludere la procedura di presentazione della domanda è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). Le domande di finanziamento sono valutate secondo l’ordine cronologico di arrivo entro 60 giorni.

Chi può beneficiare del bando? Sono ammesse a partecipare tutte le startup innovative, costituite da non più di 60 mesi. Una startup è innovativa se: è una società di capitali costituita da non più di 60 mesi; offre prodotti o servizi innovativi ad alto contenuto tecnologico; ha un valore della produzione fino a 5 milioni di euro.

Non è necessario che la società sia costituita prima della presentazione della domanda, perché è possibile farlo anche in seguito, attendendo l’esito della valutazione, ma in caso di ammissione alle agevolazioni è necessario che la società sia formalmente costituita entro 30 giorni dalla data della relativa comunicazione.

Dalla ultime statistiche, Invitalia grazie al bando "Smart&Start" ha finanziato quasi 900 start up con progetti prevalentemente nei settori dell’economia digitale, life science, ambiente ed energia a fronte di quasi 270 milioni di euro di agevolazioni concesse e 4.442 nuovi posti di lavoro creati.

ARTICOLI RECENTI