SOCIAL

HomeMagazineLifestyleSocietà

C'è chi vede facce ovunque: un gruppo su Facebook (nato a Palermo) raccoglie foto esilaranti

Peperoni arrabbiatissimi, casette che ridono, extraterresti. Il fenomeno si chiama Pareidolia: un gruppo su Facebook raccoglie le foto di chi vede faccine ovunque

Balarm
La redazione
  • 27 settembre 2020

C'è chi vede il profilo di Andrea Camilleri in una teglia oleata e chi trova Spank (il cane bianco del famoso manga Hello! Spank) tra le nuvole. Qualcuno su un muro scrostato individua Abraham Lincoln che ad altri sembra invece Vincent van Gogh.

E poi c'è un biscotto identico a ET, peperoni arrabbiatissimi, casette che ridono, ginocchia possedute da entità paranormali. E ancora, un ematoma sull'unghia diventa un signore turco con tanto di baffi e fez rosso in testa.

A raccoglierle è un gruppo molto seguito su Facebook, si chiama "Attribuire facce alle cose (patologia)" ed è nato, circa un anno fa, da un'intuizione geniale della palermitana Daria Riggio.

Il fenomeno a cui si fa riferimento si chiama Pareidolia ed è l'illusione subcosciente che tende a ricondurre a forme note oggetti dalla forma casuale.

Il gruppo Facebook, nato inizialmente per pochi amici, è diventato virale in poco tempo e le foto pubblicate da questi visionari che vedono faccine ovunque sono esilaranti.

GALLERY RECENTI