DESIGN

HomeMagazineStudenti

Da Palermo a Venezia per il food design: la scommessa dei cinque studenti di Unipa

"Siamo alla ricerca di idee innovative" spiegano dall'azienda Silikomart: e scommettono su cinque studenti ventenni dell’università di Palermo per un progetto di food design

Giuliana Imburgia
Giurista e fashion addicted
  • 9 febbraio 2018

Studio Appétit: "Luscious Food Cravings"

Tappeto rosso e porte spalancate per i cinque giovani studenti dell’Università di Palermo iscritti al terzo anno del corso di disegno industriale, accolti nel migliore dei modi nella sede della Silikomart.

L’azienda veneta, che è tra le migliori specializzate nella produzione di stampi in silicone e di utensili per pasticceria e cucina cucina in generale, ha aperto le porte della sua sede in provincia di Venezia agli studenti palermitani per farli lavorare a stretto contatto con gli interni esperti progettisti in vista della realizzazione in collaborazione di un progetto di food design.

Silvia La Fiora, Delizia Correnti, Martina Lauretta, Daniele Ficarra e Valentino Gattuso sono i fortunati allievi di disegno industriale che in occasione di un laboratorio accademico si sono ritrovati in missione didattico-progettuale alla Silikomart.

Il laboratorio prevedeva infatti la scelta di un breif da seguire in una delle aziende di competenza del proprio corso di studi, il tema? Il food design: una particolare branca del design dedicata agli utensili da cucina quindi dal normale mestolo al più avveniristico degli strumenti.

Durante il soggiorno al nord le giovani leve palermitane hanno ricevuto un trattamento davvero speciale dall'azienda che da ottima padrona di casa si è preoccupata di offrire vitto e alloggio “all’equipe” in trasferta.

Tre giorni di full immersion in cui agli aspiranti progettisti siciliani è stato concesso di avere libero accesso all’interno dei locali della fabbrica, un luogo in cui hanno appreso metodi e tecniche di lavorazione progettando gomito a gomito con gli esperti del settore.

Un progetto di sana collaborazione tra nord e sud che prevede che nel corso del corrente anno accademico gli universitari palermitani si impegnino a sviluppare un progetto di food design da presentare a fine anno proprio alla Silikomarket perché lo integri nella sua produzione e quindi per una successiva diffusione sul mercato vero.

«È stata una esperienza davvero molto interessante – racconta Silvia La Fiora – che ci ha permesso di osservare ogni fase di lavorazione degli stampi: dal disegno progettuale del designer fino alla realizzazione del prodotto finito, che avveniva con enormi macchine che pressavano gli stampi e creavano il prodotto finito. Quello che però mi ha colpita è stata la loro immensa gentilezza e cortesia, si vede che investono sui giovani e che puntano su di noi, e questo mi ha gratificata immensamente».
.
Ma cosa spinge due imprese, una a Venezia e l’altra di Palermo, a scommettere su un gruppo di giovani poco più che ventenni?

«Siamo alla ricerca di idee innovative – spiega Alice Zorzi, responsabile marketing e comunicazione Silikomart – che possano rappresentare un valore aggiunto».

Gli universitari in missione a Venezia, guidati dal tutor Alberto Caruso, hanno concluso la tre giorni di lavoro partecipando al Sigep, il maxi salone della gelateria, della pasticceria, della panificazione artigianale e del caffè in corso alla fiera di Rimini.

«Visitare il Sigep - continua Zorzi - permetterà agli studenti anche di vedere cosa offre il mercato e quindi di orientare le idee e i progetti verso ciò che manca».

Una collaborazione che, esente da faziosi pregiudizi tra nord e sud, valorizza le ragioni del merito offrendo la possibilità a un'idea di diventare un prodotto commerciabile.

articoli recenti