CURIOSITÁ

HomeMagazineCulturaLuoghi

Frequentato da Regine, dive e soldati: svelati i segreti del Teatro Bellini di Palermo

Chiuso per decenni e dimenticato nel centro storico di Palermo: un video racconta la storia del teatro più antico (probabilmente) d'Italia, dalle opere buffe a Real teatro

Balarm
La redazione
  • 13 settembre 2019

Con trecentocinquant'anni di storia, il teatro più antico di tutta Italia si trova in Sicilia, a Palermo per la precisione: è il Teatro Bellini

Da teatro travaglino per le opere buffe, a teatro lirico, fino a diventare il teatro reale per eccellenza, lo spazio ha riaperto i battenti da poco (ne abbiamo parlato qui) dopo decenni di chiusura e oblio. In questo video una pillola della fantastica storia di questo magico luogo ricco di storia.

Storia che inizia nel 1676 con il Teatro Travaglino, un teatro popolare che prende il nome di una maschera popolare palermitana. Si inaugura poi un grande teatro all'italiana, il "Teatro Santa Lucia" che prende il nome dei Marchesi Valguarnera di Santa Lucia, proprietari all'epoca.

Il teatro, inaugurato nel 1726, fu concepito e realizzato interamente in legno e poteva ospitare 500 spettatori e fu considerato fino alla metà dell'Ottocento il più importante teatro della città. Inizialmente si chiamava teatro dei Travaglini o di Travaglino (nome di una maschera popolare palermitana).

Quando la corte napoletana si spostò a Palermo, con la rivoluzione del 1799, la regina Maria Carolina d'Asburgo-Lorena ne divenne frequentatrice ed il teatro in suo onore, divenne Real Teatro Carolino. Subì diverse ristrutturazioni, la prima nel 1808 ad opera di Nicolò Puglia e una successiva nel 1840 nella quale fu ricostruito il fronte dell'edificio ad opera dell'architetto Rosario Torregrossa Palazzotto.

Il 7 gennaio 1826 avviene la prima assoluta di "Alahor in Granata" di Gaetano Donizetti con Antonio Tamburini.

Nel 1848 il teatro fu intitolato al celebre compositore catanese Vincenzo Bellini. Dal 1907, il teatro continuò a funzionare per spettacoli di varietà. Il teatro è anche requisito dall'esercito statunitensi nel 1943 durante l'Operazione Husky e utilizzato come sala cinematografica per i soldati.

Nel 1964 l'edificio fu danneggiato da un incendio e successivamente recuperato.

A gestirne le visite turistiche e le attività culturali è la Cooperativa turistica Terradamare (qui il sito), il ragazzo nel video è Gianluca Polizzi uno degli operatori culturali della cooperativa.

VIDEO RECENTI