ITINERARI E LUOGHI

HomeNewsTurismoItinerari e luoghi

Il labirinto nascosto e un giardino incantato sul mare: dove si trova (in Sicilia) Gigliopoli

Con questo video vi portiamo alla scoperta di un un posto di straordinaria bellezza, sia nei luoghi che nella finalità. Un luogo dove riscopri il rapporto con la natura

Balarm
La redazione
  • 23 settembre 2023

Per visualizzare questo video, dai il tuo consenso all'uso dei cookie dei provider video.
Ci sono bellezze che sono sotto gli occhi di tutti e vi sono bellezze sconosciute, poco note o che solo alcuni cuori riescono a percepire. Così è Gigliopoli: meravigliosa nei luoghi, straordinaria nella finalità.

Con questo video di Giuseppe Famà vi portiamo in un posto di rara bellezza a Capo Milazzo, conosciuto anche come "La Città dei bambini spensierati".

«Gigliopoli è un progetto educativo finalizzato al contrasto della dispersione scolastica e allo sviluppo delle potenzialità di minori e adolescenti con al centro lo sviluppo socialmente ed ecologicamente sostenibile.

Fidatevi, basta entrarci per captare quanto sia importante, e soprattutto in questa Amara Terra d’amare, l’interazione tra uomo e ambiente, nel rispetto reciproco» scrive Giuseppe Famà.

È uno spazio fisico immenso, infinito, dove si cerca di aiutare i bambini, di implementare la loro crescita arricchendola di valori, di armonia e seminando in loro un’anima che nel futuro possa essere in grado di lenire e curare le ferite di una Sicilia ancora oggi inconsapevole delle proprie ricchezze.
Adv
«Ventitre ettari di terra coltivata, ad uliveti e vigneti, in cui è possibile crescere attraverso il gioco, migliorare se stessi riscoprendo i valori della vita che contano. Che restano. Qui i bambini hanno ancora il diritto inviolabile di essere bambini, di avere uno sviluppo psichico-fisico e sociale, sano, lontano dal furto della comodità della tecnologia.

Tante le attività ed iniziative. Ma ve ne racconto solo una: Il giardino incantato».

Era un’area ricca di palme bellissime, che però, come sapete sono state divorate ai tempi nostri dal punteruolo rosso. Da qui l’idea di riqualificare e recuperare: ovvero ciò che dovrebbe essere per tutto il nostro territorio siciliano.

«Così dopo svariate vicissitudini in un’area di 600 mq è sorto, quasi come da un incantesimo magico, questo labirinto che vedete nel video. Pieno di angoli tematici, di profumi diversi dettagli impercettibili, celati, che stuzzicano la deduzione».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

I VIDEO PIÙ VISTI