ATTUALITÀ

HomeMagazineSocietàAttualità

La 398esima edizione del Festino di Santa Rosalia si fa: ecco le prime indiscrezioni

il Comune di Palermo ha costituito un comitato di direzione artistica che comprende università, enti, istituzioni, soggetti che operano nel mondo culturale

Balarm
La redazione
  • 22 giugno 2022

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

La sfilata del Carro di Santa Rosalia davanti alla Cattedrale di Palermo

Tutti se lo domandavano e la risposta è arrivata: il Festino di Santa Rosalia si farà.

A spiegare come è il professore Maurizio Carta sulla sua pagina Fb. Ecco cosa scrive:

"Da 398 anni il Festino è un rito di rinascita della città, rappresentando e dando corpo alle sue diverse anime, alla sua natura ibrida laica e religiosa. Attraverso la processione lungo il Cassaro fino al mare e gli spettacoli, plasma lo spazio urbano con la miscelazione delle forme e dei colori delle tradizioni religiose, artigianali, culinarie, musicali, artistiche. Arte popolare e coreografie colte, fuochi d’artificio e cibo di strada, sciami popolari lungo le strade e nobili balconi ricolmi si rispecchiano all’infinito l’uno nell’altro, trovando nel Festino la loro polifonica armonia.

Come ha detto il Sindaco Roberto Lagalla il Festino 2022 vuole essere una potente, coinvolgente, corale ed emozionale rappresentazione della volontà di rinascita della città dopo i tempi cupi della pandemia attraverso la compartecipazione creativadi diverse azioni, orchestrate in una potente visione di futuro che pretende l’alleanza di tutte le energie della città, delle istituzioni e della comunità, e che usa e miscela tutte le componenti di una città intimamente cosmopolita, rimettendo insieme le diverse parti in un processodi potente integrazione, come avviene durante il carnale affollamento della processione del Festino.



Per mettere in atto questa azione corale il Comune di Palermo ha costituito un comitato di direzione artistica formato dalla Università degli Studi di Palermo, dal Teatro Massimo Palermo, dal Teatro Biondo Stabile Di Palermo, dal Conservatorio di Musica di Stato "Vincenzo Bellini", dalla Accademia di Belle Arti di Palermo, dalla Fondazione The Brass Group, a cui si affiancheranno altre istituzioni culturali e tutti i migliori soggetti culturali della città metropolitana per progettare un Festino corale che sia il segno di un movimento verso il futuro, la cifra di un modo collettivo di governo della città, la postura di una politica che guarda al bene comune.

Ringrazio il Sindaco Lagalla, il Magnifico Rettore Midiri e tutti gli amministratori delle istituzioni culturali per avermi dato il privilegio di coordinare la task force in questa fase iniziale, sapendo che sarà un coordinamento corale che coinvolga, integri, allei e dialoghi.

È l'occasione per riattivare il tavolo interistituzionale costitu ito per Capitale Italiana della Cultura 2018 e che è stata una potente comunità culturale e creativa per co-progettare futuro. Il Festino di Santa Rosalia e più di una festa, è un grande ballo di piazza che convoca, richiama, attrae, coinvolge, integra, abbraccia, pacifica. È un modo di essere di Palermo, che ogni anno rinnova il patto di comunità che le permette di rinascere dai problemi e tornare a guardare il futuro, insieme".
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE