AMBIENTE

HomeMagazineSocietàAmbiente

La Cascata delle due Rocche come non l'avete mai vista: la potenza della natura in 16 secondi

Nel territorio di Corleone la cascata in piena dopo una bomba d'acqua. Ecco il video pubblicato sulla pagina Facebook della guida naturalistica "Sherpa delle Shumare", al secolo Peppe Carnemolla

Balarm
La redazione
  • 9 dicembre 2020

La natura, più che pericolosa, è potente e sorprendente. Ne è la prova questo video di circa 20 secondi filmato dopo una bomba d'acqua che ha colpito il territorio di Corleone nella notte tra l'8 e il 9 dicembre 2020.

Nel video, pubblicato sulla pagina Facebook Sherpa delle Shumare, al secolo Peppe Carnemolla, una guida naturalistica, speleologo, cofondatore e guida volontaria dell’associazione di tutela ambientale e naturalistica "Kanimannira Ragusa aps".

Nel video in questione, la guida ha registrato lo spettacolo della piena della Cascata delle due Rocche di Corleone, un gioiello che dopo la stagione delle piogge, si trasforma in un paesaggio magico da poter vivere ed esplorare con una facilità unica.

«È pericolosa la natura? - aggiunge Peppe -. Molto spesso lo sono di più l'ignoranza e la sconsideratezza dell'essere umano».

«La vita dell’uomo nel bosco è per me di importanza vitale - scrive Peppe sulla sua pagina Facebook in cui condivide fotografie, video e informazioni che conducono gli utenti alla scoperta del territorio siciliano attraverso le storie celate dentro a rocce e piante -. L’adrenalina della scoperta che si cela in ogni passo di sentiero e la pienezza empatica che provo negli ambienti naturali mi hanno reso quello che sono e mi hanno innescato la necessità di donarlo agli altri.

Le competenze e la formazione sono per me aspetti fondamentali per poter rendere le esperienze escursionistiche un vero e proprio elogio della sicilianità e del territorio in tutti i suoi aspetti naturali ed in piena sicurezza.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

VIDEO RECENTI